Audi R8 V10 Spyder by Fostla.de: 620 CV a cielo aperto

Con l’arrivo della bella stagione, anche le più performanti Gt “en plein air” si adeguano: da Fostla.de una esclusiva interpretazione per R8 Spyder.

Audi R8 V10 Spyder by Fostla.de: 620 CV a cielo aperto

di Francesco Giorgi

08 aprile 2017

Con l’arrivo della bella stagione, anche le più performanti Gt “en plein air” si adeguano: da Fostla.de una esclusiva interpretazione per R8 Spyder.

Il vertice produttivo per Audi, riguardo ad appeal, immagine estetica e prestazioni, è la ultraperformante R8. Superata la fatidica boa dei dieci anni di vita (il traguardo è stato raggiunto nel 2016), la Gt di Ingolstadt mantiene un proprio ruolo nel competitivo settore delle “supercoupé”: nonostante il prezzo d’acquisto non sia alla portata di tutte le tasche, le diverse versioni che ne compongono la gamma – da 540 a 610 CV – hanno, nel tempo, riscosso buoni livelli di vendite.

Appare quindi logico che Audi R8 sia anche uno dei modelli preferiti dalle aziende specializzate in elaborazioni. Negli anni, sono molti i tuner che si sono cimentati con la “due posti” di Ingolstadt, e che hanno prodotto preparazioni più e meno “estreme”.

A quest’ultimo “club” appartiene la Audi R8 V10 Spyder “riveduta e corretta” da Fostla.de, factory con sede a Seelze, nei dintorni di Hannover, che focalizza la propria attenzione esclusivamente su modelli high performance di produzione nazionale, e che replica, sulla due posti scoperta dei Quattro Anelli, gli interventi su base Audi R8, dopo una prima elaborazione presentata all’inizio di giugno 2016 (in quell’occasione, si trattò di un debutto per il tuner della bassa Sassonia nella lineup R8).

L’elaborazione Fostla.de per Audi R8 V10 Spyder viene proposta a 15.000 euro: per questa cifra, la factory sassone propone un aggiornamento all’elettronica powertrain, all’assetto e un upgrade all’estetica della vettura, che rimane “di serie” relativamente all’impostazione aerodinamica, tuttavia guadagna una vistosa “pelle” in tinta oro cromato ad effetto satinato, con accenti in nero brillante (si tratta di una pellicola vinilica applicata secondo il procedimento di car wrapping, particolarmente in voga fra gli appassionati di elaborazioni) per cofano anteriore e modanature laterali, finestrini oscurati e una nuova colorazione per la fanaleria anteriore e posteriore. Rivisto anche l’assetto, che si avvale di un set di sospensioni KW a molle irrigidite e ribassate ed [glossario:ammortizzatori] a stelo accorciato; nuova anche la finitura in nero lucido, ottenuta mediante verniciatura a polvere, per i cerchi e per i distanziali.

Sotto il cofano (o meglio dire: alle spalle dell’abitacolo) la Audi R8 V10 Spyder by Fostla.de esprime nella sostanza gli interventi di potenziamento di immagine operati a corpo vettura e assetto, attraverso una operazione di aggiornamento all’elettronica di gestione. Un intervento “classico”, nel tuning di nuova generazione, e che in questo caso consiste nell’adozione di un kit PP-Performance, sviluppato espressamente per la centralina che controlla le funzioni del 5.2 V10, che in abbinamento con un impianto di scarico (sviluppato in collaborazione con lo specialista Asg-Sound) e dotato di elettrovalvola per il controllo del flusso dei gas di scarico e della “melodia” del motore, nonché a un filtro aria Bmc ad alte prestazioni, innalza la “cavalleria” di Audi R8 V10 Spyder da 540 CV di serie a ben 620 CV.