Come pagare le contravvenzioni

La Legge prevede che l’importo per le multe recapitate presso la propria abitazione debba essere versato in capo da 60 giorni dalla notifica, pena l’applicazione di una mora.
Il pagamento è permesso presso:

  • ricevitorie Lottomatica autorizzate;
  • presso gli uffici postali;
  • in banca;
  • online, mediante bonifico.

Nel caso il saldo della contravvenzione avvenga entro 5 giorni dalla notifica è prevista una riduzione del 30% sul totale dovuto.

Come fare ricorso

Nel caso in cui si ritenga di aver ingiustamente ricevuto una multa, è possibile percorrere la via della contestazione.
Le motivazioni per cui può essere fatta richiesta di ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace possono essere le seguenti:

  • generalità del conducente o dati del veicolo non coerenti;
  • mancanza della data e dell’ora dell’infrazione;
  • omissione o errori circa la tipologia di infrazione ravvisata;
  • errori nell’indicazione dell’autorità di riferimento per il ricorso.

Per il ricorso è previsto il pagamento di un contributo unificato, da accompagnare da una marca da bollo da 27€.
L’importo del contributo varia in base alla cifra complessiva dell’importo e corrispondere ed equivale a 43€ per le contravvenzioni inferiori a 1.100€.

Verifica online delle multe

Per verificare l’esistenza di multe pendenti a proprio carico e accertarsi del verbale è possibile consultare la sezione Contravvenzioni all’interno del sito del proprio Comune, laddove disponibile il servizio.