Honda HR-V 1.5T Sport: la prova su strada

Abbiamo guidato il SUV Honda con il 1.5 sovralimentato da 182 CV che offre più brio tra le curve

La Honda affina il suo SUV compatto, denominato HR-V, attraverso un restyling che porta a battesimo una nuova variante al vertice della gamma che risponde al nome Sport. L’abbiamo guidato in questa configurazione con la motorizzazione 1.5 sovralimentata da 182 CV ed il cambio automatico CVT.

Esterni: mostra i muscoli

La HR-V Sport rende ancora più accattivanti le forme del SUV giapponese grazie ad elementi mirati come la nuova calandra con fascia brunita che unisce i gruppi ottici a LED. Non mancano dettagli in nero lucido quali lo splitter anteriore, il diffusore posteriore, le protezioni dei passaruota e le minigonne. Lo stesso colore si ritrova anche nel fondo delle luci posteriori e nei cerchi in lega da 18 pollici con coperture 225/50. Il tutto si sposa alla perfezione con la nuova livrea Platinum Grey Metallic che mette in risalto i tanti particolari del corpo vettura.

Interni: più fascino con il bicolore

L’abitacolo della HR-V Sport colpisce per la colorazione bicolore della plancia, che spicca per il bordeaux della parte centrale, tonalità che poi si ritrova in parte dei pannelli porta e per le porzioni laterali delle sedute. In questo quadro affascinante ritroviamo la strumentazione chiara con tre quadranti in cui spicca quello centrale di grandi dimensioni che ospita il tachimetro. Nella zona centrale della plancia inoltre, sono posti in risalto due schermi: quello superiore dedicato all’infotainment e quello inferiore specifico per i comandi del climatizzatore. Comoda per 4 persone e ben rifinita, la HR-V consente di caricare anche bagagli importanti grazie alla tecnologia Magic Seats per le sedute posteriori, mentre il vano di carico ha una capacità che va da 470 litri fino a 1.103 litri. In questo quadro lusinghiero è doveroso fare un appunto al vano nella parte inferiore del tunnel centrale che non è il massimo della praticità nella vita di tutti i giorni.

Al volante: sportiveggiante ma anche comoda

La HR-V Sport è degna di questo nome visto che il 1.5 da 182 CV le regala una guida briosa, anche se la sua erogazione è più fluida e progressiva che nervosa, come è giusto che sia su un’auto di questo genere. Il motore inoltre, è coadiuvato da un cambio CVT che lavora bene sia nella fase di decelerazione che in accelerazione, ma, volendo, per i più sportivi c’è sempre l’ottima trasmissione manuale a 6 rapporti. Decisamente azzeccato l’assetto, morbido il giusto ma capace di mantenere una tenuta di strada rigorosa nel misto. Anche il volante ci ha sorpreso positivamente, perché è leggero in città e diventa più consistente nel momento in cui cresce l’andatura. Non male la voce consumi con una media di 15 km/l se non si esagera sul gas. Infine, è necessario annoverare i tanti dispositivi di sicurezza attiva presenti sulla vettura, a cominciare dalla frenata d’emergenza automatica, passando per il cruise control adattivo (che adegua l’andatura alla segnaletica stradale), per l’allarme in caso di abbandono involontario della carreggiata, per il sistema che rileva la presenza di veicoli nell’angolo cieco, fino ad arrivare agli abbaglianti automatici.

Prezzo: da 29.950 euro

Con un costo di poco inferiore a 30.000 euro, la Honda HR-V Sport 1.5T offre una dotazione di serie più che completa e tanta tecnologia a bordo, oltre ad una mise sportiveggiante. Per il cambio automatico bisogna mettere in conto ulteriori 1.350 euro.

 

Honda HR-V 1.5T Sport: la prova su strada Vedi tutte le immagini
7.5
7
7.5
8
7.5
7.5

Pro

I Video di Motori.it

Honda al Parco Valentino 2019

Altri contenuti