Kia Proceed GT: la prova su strada

Un po’ wagon un po’ coupé unisce due mondi che sembrano lontani con una linea accattivante ed una guidabilità che non ti aspetti

La sportività di una coupé, la praticità di una wagon e le prestazioni di una sportiva, questa in sintesi la ricetta vincente della Kia Proceed, che abbiamo guidato nella variante GT spinta dalla prestante motorizzazione da 1,6 litri sovralimentata capace di sprigionare ben 204 CV.

Esterni: il ritorno della shooting brake

In principio fu la Mercedes CLS, poi ci fu la volta della CLA e adesso anche la Kia ha rispolverato la formula della shooting brake con la Proceed. In pratica, si tratta di una sportiva che strizza l’occhio al mondo delle wagon ma richiama quello delle coupé per i montanti posteriori decisamente inclinati. Quindi, i 13 gradi di inclinazione appunto, fanno la differenza sul piano dello stile rispetto alla Ceed wagon, così come il tetto più basso di 4 cm. Ne deriva una forma affascinante, impreziosita dagli accenti rossi nella parte bassa della carrozzeria, dall’estrattore posteriore e dalla forma intrigante dei due terminali di scarico. Bella anche la pinna cromata all’interno del terzo finestrino e la soluzione della firma luminosa al posteriore in stile Porsche. Per avere tutto questo però bisogna rinunciare a 31 litri di bagagliaio, che comunque è ampio con i suoi 594 litri. Meno innovativo il frontale, che riprende lo stile della Ceed convenzionale, e risulta comunque apprezzabile per via della tipica calandra Kia.

Interni: atmosfera sportiva e finiture curate

Entrando nella Kia Proceed GT si nota subito come nulla sia stato lasciato al caso: i materiali sono di qualità, la plancia presenta delle superfici morbide, i sedili anteriori hanno un aspetto sportivo ma non stringono in maniera eccessiva guidatore e passeggero, e le cuciture rosse ben si abbinano con la pedaliera di stampo racing. Non manca un display da 8 pollici dotato di navigatore e di interfaccia per dialogare con gli smarthone, che beneficiano anche del sistema di ricarica wireless. Per quanto riguarda l’audio alla Kia hanno optato per un hi-fi JBL da ben 320 watt. Certo, per accedere alla zona posteriore bisogna piegare bene la testa e la visibilità dal piccolo lunotto non è il massimo, ma il bagagliaio non comporta rinunce visto che i suoi 594 litri sono ben sfruttabili; inoltre, c’è uno scomparto per riporre ulteriori oggetti e troviamo utili ganci per le borse e guide fermacarico. In questo quadro lusinghiero però bisogna segnalare che la soglia di carico è più alta di quella delle wagon comuni e che l’accesso al vano costringe a superare uno scalino, ma non è comunque una vettura che verrà scelta per trasporti eccezionali.

Al volante: coinvolge e seduce

La Kia Proceed GT, con il suo motore da 1,6 litri sovralimentato “T-GDi” capace di erogare 204 CV a 6.000 g/m e 265 Nm di coppia massima, invita alla guida briosa anche per via di un riuscito comparto telaio-sospensioni. Anche la trasmissione automatica a doppia frizione a 7 marce contribuisce ad innalzare il livello generale con cambiate fluide e puntuali quando si aumenta il ritmo. Dulcis in fundo, il sound sportivo, che quando si passa in modalità Sport si fa apprezzare non poco ma non disturba guidatore e passeggeri che possono permettersi di parlare senza alzare la voce.

Il rollio non è pervenuto e le asperità stradali sono ben digerite dalle sospensioni con schema Macpherson all’anteriore e multilink al retroreno, mentre il grip è assicurato dagli pneumatici sportivi Michelin Pilot Sport 4 nella misura 225/40 R18. Efficace, in ogni frangente, la frenata, per via dei dischi anteriori generosi da 320 mm, capaci di gestire, insieme al sistema Torque Vectoring by brake, l’impeto del propulsore di 1.600 cc turbo a iniezione diretta che spinge bene dai 2.500 giri/min. ed arriva fino a 6.500 g/m prima di far intervenire il limitatore.

In modalità “sport” il volante diventa più duro, la risposta dell’acceleratore più pronta e varia la logica di funzionamento del cambio, così l’auto scatta da 0 a 100 km/h in 7,5 secondi. Certo, in questo modo i consumi scendono su medie di circa 10 km/l, mentre se non si superano i 110-120 km/h e si lascia procedere la vettura senza improvvise erogazioni di potenza, si riescono ad ottenere anche medie di 17-18 km/l.

Prezzo: 34.500 euro tutto compreso

Il prezzo della Kia Proceed GT è davvero allettante perché la dotazione è davvero completa; annovera, per esempio, il climatizzatore automatico bi-zona, i fari full-LED, il navigatore, la retrocamera e il cruise control adattivo, oltre ai sedili in pelle. Ma la lista è ancora lunga, e poi c’è la garanzia di 7 anni o 150.000 km.

Kia Proceed GT: la prova su strada Vedi tutte le immagini
8.1
8.5
8.5
8
7.5
8

Pro

I Video di Motori.it

Kia Xceed: la prova su strada

Altri contenuti