Cupra Ateca: la prova su strada

Il SUV del nuovo brand spagnolo abbina sportività alla praticità d’utilizzo e non passa certo inosservato

Cupra Ateca: la prova su strada

Cupra Ateca

Design

7

Comfort

6.5

Prestazioni

8.5

Consumi

7

Prezzo

7

VOTO Motori.it: 7.2

Pro

Guida, spazio interno.

Contro

visibilità posteriore, rigida sullo sconnesso.

di Valerio Verdone

13 Maggio 2019

La sportività contagia ogni segmento di mercato e non mancano le proposte a ruote alte, tra le quali è arrivata di recente anche la nuova Cupra Ateca, offerta con una sola motorizzazione che non lascia dubbi sulle sue potenzialità: il 2.0 sovralimentato da 300 CV.

Esterni: muscoli calienti

Rispetto all’Ateca da cui deriva, la variante Cupra del SUV iberico si riconosce per dei dettagli che rendono inequivocabile la sua missione. Infatti, la mascherina a nido d’ape, i cerchi da 19 pollici, le scritte Cupra sul frontale e sul retro, e gli elementi in nero lucido come i retrovisori e le barre sul tetto sottolineano la sua sportività. Quest’ultima viene evidenziata ancora di più dai quattro scarichi posteriori che ben si abbinano con lo spoiler sul bagagliaio. Poi c’è il marchio Cupra, che incuriosisce ed è sinonimo di prestazioni elevate.

Interni: dettagli racing

Selleria in Alcantara, pedaliera in metallo, e cornici lucide per le bocchette d’areazione, la sportività nell’abitacolo dell’Ateca Cupra passa anche per questi dettagli. Poi ci sono i sedili sportivi e i tappetini specifici, mentre la strumentazione è virtuale e offre diverse grafiche capaci di soddisfare anche l’automobilista più pignolo. Pratico l’infotainment con lo schermo posizionato allo stesso livello del quadro strumenti. Si sta comodi anche in 5 all’interno di questo SUV, peccato solamente per la visibilità posteriore che obbliga ad affidarsi alla retrocamera. Molto buona la capacità di carico con 510 litri utili.

Al volante: non teme le curve

Lasciate stare le considerazioni sulle vetture a baricentro alto, con l’Ateca Cupra la dinamica cambia radicalmente. Inutile cercare di appellarsi al rollio per preferire una classica 5 porte compatta, lei rimane aggrappata tenacemente all’asfalto senza ondeggiare durante la percorrenza di curva. Le prestazioni sono assicurate dal motore 2 litri turbo capace di esprimere 300 CV abbinato ad un cambio automatico a doppia frizione DSG a 7 rapporti. Nello specifico, l’accelerazione da 0 a 100 km/h è coperta in 5,2 secondi, mentre la velocità massima è di 247 km/h. I consumi sfiorano i 12 km/l se si utilizza l’acceleratore con parsimonia, ma è un peccato tenere imbrigliati tutti quei cavalli. Per avere il massimo della sicurezza anche sui fondi a bassa aderenza si può contare sulla trazione integrale 4Drive, che rappresenta un valore aggiunto. L’unico aspetto negativo di un quadro dinamico decisamente coinvolgente riguarda l’assorbimento delle sospensioni che mal digeriscono buche e asperità.

Prezzo: 44.000 euro

Proposta in un’unica versione, l’Ateca Cupra ha un listino di 44.000 euro, una cifra alla quale vanno aggiunti gli euro necessari per avere il cruise control adattivo e l’impianto frenante Brembo Perfomance, decisamente consigliati.

Tutto su: Cupra ATECA