KIA Stonic 1.0 T-GDI: la prova su strada

Al volante del crossover di segmento B che vanta una linea originale ed un brillante motore 1.0 a 3 cilindri che risulta anche parsimonioso.

KIA Stonic 1.0 T-GDI: la prova su strada

KIA Stonic 1.0 T-GDI

Design

8.5

Comfort

7.5

Prestazioni

7.5

Consumi

8

Prezzo

7.5

VOTO Motori.it: 7.8

Pro

Linea, motore, consumi

Contro

Soglia di carico alta.

di Valerio Verdone

27 Dicembre 2018

Sono sempre di più le proposte a ruote alte nell’affollato segmento B e la KIA Stonic è un’alternativa interessante alla miriade di concorrenti. L’abbiamo guidata con il 1.0 a 3 cilindri che rappresenta una reale alternativa al diesel anche per via dei suoi consumi contenuti.

Esterno: compatta e sportiva

La KIA Stonic è quel genere di auto che vengono utilizzate a 360°, e la sua linea è così originale che può essere apprezzata sia da chi la sceglie per il tempo libero che dalle famiglie. Infatti, il frontale ha un taglio sportivo per via della tipica mascherina delle ultime proposte della Casa Coreana, la fiancata vanta un certo slancio grazie al taglio del terzo finestrino e all’altezza contenuta, mentre la vista posteriore mette in risalto il taglio dei gruppi ottici e lo spoiler sul bagagliaio. Non mancano le protezioni nella parte bassa della vettura che si estendono anche sui passaruota.

Interno: moderna e concreta

La plancia della Stonic ha uno sviluppo il larghezza che amplifica la sensazione di spazio interno ma è consigliabile viaggiare in quattro per stare tutti comodi, perché in cinque si inizia a stare stretti. La strumentazione è semplice e leggibile con il tachimetro ed il contagiri analogici, ma viene completata dal display centrale. Comunque, al centro della scena c’è lo schermo da 7 pollici in stile tablet con i pratici tasti ai lati per richiamare le varie voci del sistema d’infotainment. Compatibile con tutti gli smartphone e quindi con Apple CarPlay ed Android Auto, consente di utilizzare le funzioni principali e alcune app del vostro device evitando pericolose distrazioni alla guida. In questa vettura che sposa la tradizione e si adegua ai tempi moderni il bagagliaio ha una capienza di 352 litri, quanto basta per soddisfare le esigenze di una famiglia, ma la soglia di carico è alta.

Al volante: brillante e parsimoniosa

La KIA Stonic si guida con brio e regala un certo piacere tra le curve perché l’auto risulta leggera, agile e vanta uno sterzo preciso e rapido nelle risposte. D’altra parte, la base da cui deriva, ovvero la nuova Rio, è molto valida e questo le ha consentito di mantenere la stessa stabilità in curva. L’unico momento in cui l’auto potrebbe riservare qualche sorpresa al guidatore è quello della frenata d’emergenza, perché in questo frangente il retrotreno può alleggerirsi costringendo il conducente a tener saldamente il volante per mantenere la giusta traiettoria. Per il resto, il 1.0 a 3 cilindri da 120 CV manifesta la sua timbrica particolare in accelerazione ma a velocità costante non inficia il comfort di marcia. Niente male i consumi che si attestano su una media di 15 km/l.

Prezzo: da 17.750 euro

La KIA Stonic con il 1.0 da 120 CV ha un listino che parte dai 17.750 euro della variante Urban fino ai 23.000 euro tondi tondi della Energy con cambio automatico a 7 rapporti. Per la style invece, la versione intermedia, bisogna mettere in conto 19.250 euro (+1.250 euro per avere la trasmissione automatica).

Tutto su: KIA Stonic