Volvo XC40 Geartronic AWD: la prova su strada

Compatto ed originale il nuovo SUV di Volvo è caratterizzato da uno stile audace ed ha un comportamento dinamico che convince.

Volvo XC40 Geartronic AWD: la prova su strada

Tutto su: Volvo XC40

Volvo XC40 Geartronic AWD

Design

8.5

Comfort

8.5

Prestazioni

8

Consumi

7.5

Prezzo

7

VOTO Motori.it: 7.9

Pro

Linea, motore, comportamento dinamico.

Contro

Finitura dei pannelli porta.

di Valerio Verdone

10 agosto 2018

La gamma dei SUV Volvo si allarga con la XC 40 che ha dimensioni più contenute rispetto alle sorelle XC 60 ed XC 90, ma presenta forme più audaci e non rinuncia a nulla sotto il profilo della sicurezza. L’abbiamo provata con il 2 litri turbodiesel più potente da 190 CV abbinato alla trazione integrale ed al cambio automatico.

Esterno: un design che convince

Le forme delle ultime Volvo sono state reinterpretate in maniera intrigante dalla XC 40 che è più dinamica nell’insieme ma trasmette ugualmente quella robustezza tipica del Brand scandinavo. In particolare, spicca la livrea bicolore che oltre al tetto ed ai montanti anteriori coinvolge anche quelli posteriori conferendo una certa dinamicità alle fiancate, anche per via del terzo finestrino posteriore dal taglio particolare. Se l’anteriore mantiene il family feeling con le sorelle maggiori, il posteriore rompe gli indugi con il disegno dei gruppi ottici capaci di prolungarsi nella parte bassa all’interno dei passaruota. Completano il quadro le protezioni nella zona inferiore dell’auto e intorno ai passaruota e il grande incavo che caratterizza la fiancata. Originale anche il taglio del cofano motore che prende parte dei passaruota anteriori.

Interno: salotto buono

L’abitacolo della XC 40 offre un’ottima abitabilità per 4 persone e, volendo, ci si può stare anche in 5. C’è tanto spazio anche sopra la testa dei passeggeri posteriori visto che l’altezza è speculare a quella della più grande XC 60. Comunque, sia dentro che fuori non da per niente l’idea di essere piccola, nonostante paghi 26 cm in lunghezza alla sorella maggiore. Anche l’abitacolo riprende la strumentazione vista su quest’ultima con il display digitale, le bocchette a sviluppo verticale e lo schermo multimediale collocato in alto e al centro della plancia. Le informazioni sono sempre disponibili e per mettere subito le carte in chiaro già al momento dell’accensione la vettura elenca l’innumerevole numero di voci relative ai sistemi di sicurezza. All’atto pratico però bisogna prendersi un attimo di tempo per capire la logica di funzionamento dell’infotainment ed evitare di distrarsi durante la guida. Non male lo spazio per i bagagli, con 460 litri disponibili che possono diventare 1.336 litri, mentre la finitura, eccellente su tutta la plancia e all’esterno della vettura, non ci sembra all’altezza a livello dei pannelli porta.

Al volante: agile, potente e un filo apprensiva

La Volvo XC 40, realizzata sulla nuova piattaforma modulare Cma, spinta dal potente 2 litri turbodiesel da 190 CV ha carattere da vendere, un’agilità che non mi sarei aspettato e prestazioni briose, tanto che lo 0-100 km/h è coperto in 7,9 secondi. Mi ha sorpreso anche lo sterzo: pronto, preciso, progressivo, mentre il cambio automatico sequenziale ad 8 rapporti è una “vecchia” conoscenza e sapevo che non mi avrebbe deluso. L’auto è sempre pronta in ripresa, scatta in avanti con decisione quando serve, e allunga in maniera importante. Insomma, è pratica sia per divincolarsi dalle code in città, nonostante la larghezza di 1,87 m, che per viaggiare in autostrada, e sfoggia anche consumi interessanti, nell’ordine dei 15-16 km/l. Ma in questo quadro di voci positive, i sistemi di assistenza alla guida risultano un filo troppo apprensivi, mi spiego meglio: se ci sono auto parcheggiate lungo la strada basta una piccola correzione sul volante per far scattare l’allarme sonoro che mette in guardia il guidatore da una collisione imminente. Inoltre, in autostrada il sistema che riporta l’auto in carreggiata agisce in maniera importante sul volante e, se da un lato riporta rapidamente l’auto al suo posto, dall’altro sorprende il guidatore, perché basta sfiorare la linea per sentire una reazione importante della vettura. Comunque, dopo qualche chilometro ci si fa l’abitudine e ci si sente più protetti. Oltre tutto, c’è anche la trazione integrale, che, all’occorrenza, fornisce quel surplus di aderenza per affrontare con la massima tranquillità anche i fondi più infidi.

Prezzo: 40.800 euro

Sicura come poche, bella e alla moda, la Volvo XC 40 è una reale alternativa alle Range Rover Evoque e Jaguar E-Pace, per questo non sorprende che il suo prezzo, nella variante a gasolio più potente, dotata di cambio automatico e trazione integrale, sia di 40.800 euro.