DS4 Performance Line 1.6 THP: la prova su strada

La DS4 indossa l’abito sportivo ma mantiene sempre una certa eleganza

Il marchio DS è sinonimo d’eleganza ma con i modelli Performance Line strizza l’occhio anche agli sportivi, abbiamo guidato la DS4 in questo allestimento e con la motorizzazione 1.6 THP da 165 CV: un’auto equilibrata e raffinata e persino parsimoniosa.

Esterni: stile inconfondibile

La silhouette della DS4 si riconosce al primo sguardo, con quell’immagine da vettura sopra le righe che mixa sapientemente il look dei crossover con quello delle coupé. In questa configurazione il tetto nero che sfoggia anche i colori del brand, e che richiama la livrea delle calotte dei retrovisori, si sposa bene con la colorazione grigia e con i cerchi neri con tanto di coprimozzo carminio. Non mancano i badge del caso, così come non possono essere assenti in un contesto del genere le cromature, si tratta pur sempre di una DS, anche se forse sono un po’ troppe per una sportiva.

Interni: un salotto all’insegna della sportività

L’abitacolo della DS4 è sempre un posto piacevole dove stare, a patto di accettare qualche sacrificio, come il tetto spiovente nella zona posteriore e l’impossibilità di aprire i finestrini posteriori. Si tratta di concessioni al design a cui bisogna abituarsi. In compenso lo spazio è buono per quattro persone e, volendo, ci si sta anche in cinque, mentre il bagagliaio da 385 litri consente di caricare diversi bagagli. Ottimi i materiali, come da tradizione DS, e molto belle le cuciture che richiamano i colori del marchio, meno convincente il display da 7 pollici al centro della plancia che appare un po’ infossato. La strumentazione con i tre quadranti è originale, mentre il volante ha un diametro un po’ ingombrante per una sportiva. Decisamente più adatta ad uso dinamico la pedaliera in metallo e la leva del cambio manuale a 6 rapporti.

Al volante: equilibrata e reattiva

La DS4 offre una posizione di guida quasi da SUV, in pratica si domina la strada, ma la dinamica è da sportiva, anche per via dei grandi cerchi da 18 pollici che ospitano coperture ribassate, mentre il motore spinge forte e con una buona fluidità. Forse il 1.6 THP da 165 CV è il miglior compromesso tra quelli in gamma, perché consente di divertirsi quando occorre, ma anche di ottenere medie di consumo nell’ordine dei 16-17 km/l quando si viaggia a gas costante. La coppia di 240 Nm consente di tenere le marce alte anche quando si procede a basse velocità e questo agevola le operazioni, ma il cambio manuale a 6 marce è comunque ben manovrabile ed è difficile resistere alla tentazione di metterlo alla prova quando si incontrano dei tratti misti. Certo, il volante dal diametro importante non aiuta tra i tornanti e l’assetto è troppo rigido per un’auto del genere, visto che costringe a delle correzioni quando si incontrano delle asperità. Buono il confort acustico, con il motore che si fa sentire in maniera piacevole solamente quando si tirano le marce per sfruttarne le prestazioni.

Prezzo: da 28.000 euro

La DS4 Performance Line con la sua livrea originale, i cerchi da 18 pollici, gli interni lussuosi e sportiveggianti, spinta dal 1.6 THP da 165 CV ha un prezzo di partenza di circa 28.000 euro: non male se si considera che si tratta di un’auto premium che vuole essere un’alternativa originale alle tedesche.

DS4 Performance Line 1.6 THP: la prova su strada Vedi tutte le immagini
7.9
8.5
7.5
8
8
7.5

Pro

I Video di Motori.it

DS7 Crossback: stile e tecnologia

Altri contenuti
DS4: caratteristiche, versioni e motorizzazioni
Auto Ibride

DS4: caratteristiche, versioni e motorizzazioni

Riflettori puntati sul quarto modello della nuova generazione DS: linee crossover-coupé, finiture di classe superiore, sistemi hi-tech e una declinazione ibrida ricaricabile E-Tense già in fase di debutto che avverrà nel quarto trimestre 2021.