Peugeot 2008 BlueHDi 100 Allure: la prova su strada

Abbiamo testato la Peugeot 2008 dopo il restyling che l’ha resa più accattivante

La Peugeot rilancia forte sul piatto dei SUV, così mentre ha stravolto letteralmente le 3008 e 5008, ha reso più intrigante la 2008, con un restyling mirato e ben riuscito. Abbiamo guidato la variante 1.6 BlueHDi con motore da 100 CV nell’allestimento Allure, equilibrata nel rapporto prezzo/contenuti.

Esterno: piccoli ritocchi che fanno la differenza

Il corpo vettura della 2008 è sempre lo stesso, compatto ma giusto per affrontare sia i viaggi che le insidie della città. Quindi, assetto rialzato rispetto alle auto convenzionali (16 cm da terra) e linee originali, inconfondibilmente Peugeot. Adesso però, l’auto ha una maggiore personalità per via di quei tocchi sapienti di design acquisiti con il restyling. Infatti, spiccano nel frontale i nuovi fari, con luci diurne a LED, e la calandra a sviluppo verticale. La fiancata beneficia dei rivestimenti per i passaruota, che fanno tanto off-road, mentre il posteriore può avvalersi dei gruppi ottici con la tipica impronta artigliata del leone.

Interno: moderno e al passo con i tempi

L’abitacolo della 2008 riprende la tradizione inaugurata dalla 208 con l’i-cockpit: ovvero volante di piccole dimensioni collocato in basso e strumentazione posizionata più in alto per non distogliere gli occhi del guidatore dalla strada. Questo agevola soprattutto le persone di statura medio alta, mentre i più bassi si ritrovano parte della strumentazione occultata dalla corona del volante. Semplice e con pochi comandi la console centrale, dove spicca il display dedicato all’infotainment, da cui si gestiscono tutte le funzioni dell’auto e adesso in grado di riproporre le icone più utilizzate sullo smartphone grazie alla funzione Mirror Screen. Si viaggia comodi nella 2008, nonostante una lunghezza complessiva contenuta in 4,16 metri, e si può contare su un bagagliaio notevole, con una capacità di carico di 350 litri che possono diventare 1.200 litri abbattendo il divano posteriore.

Al volante: leggera e agile

Di solito, quando si pensa ad un SUV viene in mente un veicolo grande ed impacciato, bene la 2008 è esattamente il contrario. Infatti, con un peso inferiore ai 1.300 kg, affronta le curve con decisione e rapidità anche per quanto riguarda i trasferimenti di carico. Certo, stiamo parlando di una vettura a ruote alte, ma i 16 cm da terra non sembrano mettere in soggezione il modello in questione che, comunque, nelle frenate più decise, in pendenza, tende ad alleggerire il retrotreno. Un comportamento che i più esperti potranno sfruttare per migliorare l’inserimento in curva e che sottolinea comunque l’indole brillante dell’auto del Leone. Con il 1.6 BlueHDi da 100 CV e 254 Nm di coppia massima, la 2008 scatta da 0 a 100 km/h in 11,3 secondi e tocca i 180 km/h di velocità massima sfiorando i 20 km con 1 litro di gasolio. Insomma, prestazioni unite a consumi contenuti, anche se il cambio a 6 rapporti della sorella maggiore da 120 CV in autostrada potrebbe far comodo rispetto a quello a 5 marce presente sull’esemplare in prova. Ma non è tutto, perché se si sceglie di dotare la 2008 del Grip Control, si possono affrontare anche fondi di solito preclusi alle trazioni anteriori, sfruttando al meglio la coppia erogata all’avantreno.

Prezzo: 22.000 euro

Il costo della Peugeot 2008 BlueHDi Allure è di 22.000 euro, ma la dotazione è piuttosto completa, e annovera tra i tanti accessori anche i cerchi in lega ed il Mirror Screen. Da consigliare la retrocamera, mentre il navigatore si potrebbe anche sacrificare, vista la compatibilità con gli smartphone. Per i più avventurosi il Grip Control è d’obbligo.

Peugeot 2008 BlueHDi 100 Allure: la prova su strada Vedi tutte le immagini
7.4
7
7.5
7
8
7.5

Pro

I Video di Motori.it

Peugeot 2008 1.2 PureTech GT: la prova su strada

Altri contenuti