Renault Master dCi 180 Energy: la prova su strada

Al volante del Renault Master a trazione anteriore con il motore 2.3 turbodiesel da 180 CV e 400 Nm di coppia massima.

Importanti alla stregua dei modelli di grande successo per i grandi brand automobilistici, i veicoli commerciali rappresentano una realtà decisamente unica, e tra questi uno dei più apprezzati con il marchio Renault è senza dubbio il Master, recentemente aggiornato, che condivide la piattaforma con il Movano di Opel.

Esterno: frontale di famiglia

Chiaramente, quando si parla di un veicolo commerciale è lecito immaginare un mezzo che lascia poco spazio all’inventiva dei designer, eccezion fatta per alcuni elementi come il frontale. Infatti, da questa prospettiva il Master offre un’identità di brand definita, grazie alla calandra cromata con tanto di Losanga al centro, ed ai gruppi ottici con firme luminose a LED a forma di C. A seconda della variante prescelta, la lunghezza va da 5,08 metri fino a 6,88 metri, mentre l’altezza arriva fino 2,81 metri. In ogni caso, è apprezzabile l’effetto sulla carrozzeria del nuovo colore grigio urbano.

Interno: una plancia in stile automobilistico

La plancia a sviluppo orizzontale strizza l’occhio al mondo automobilistico, e presenta una nuova strumentazione, oltre al display del sistema d’infotainment con navigatore integrato. Non mancano dei tasti fisici come quelli dedicati al climatizzatore, mentre il guidatore viene aiutato nelle manovre dalla retrocamera e dal radar e, nel traffico, da una telecamera che fa le veci del retrovisore interno, denominata Wide View. Tanti i vani portaoggetti che arrivano a ben 105 litri di capienza, con altri 62 litri offerti dai pozzetti situati nella parte bassa dei sedili. Ovviamente, la capacità di carico è da riferimento e possiamo dirvi che nel corso del test-drive l’abbiamo sfruttata al massimo, comunque vi basti sapere che questa versione con il 2.3 turbodiesel da 180 CV vi consente di trasportare una massa totale di ben 1.530 kg.

Al volante: brillante e sicuro

Con i 180 CV garantiti dal suo 4 cilindri turbodiesel da 2,3 litri, il Master della nostra prova si è dimostrato addirittura brillante, grazie anche ai 400 Nm di coppia massima disponibili a soli 1.500 giri, peccato per il pedale della frizione del cambio manuale a 6 marce dalla corsa un filo troppo lunga, altrimenti sarebbe più simile ad un’auto di quanto si possa pensare. Infatti, lo sterzo è preciso per essere quello di un mezzo commerciale, ed anche l’impianto frenante si rivela piuttosto efficace. Non mancano gli ADAS, come l’utilissimo controllo di stabilità con compensazione del vento laterale, che si attiva dai 70 km/h; oppure il sistema che va a monitorare gli angoli morti dei retrovisori; la frenata automatica d’emergenza per la guida in città; e l’avviso di superamento involontario della linea di carreggiata. Manca l’azione sullo sterzo per riportare il Master nella propria corsia, ma comunque l’allarme è efficace e, insieme agli altri dispositivi, ed al retrovisore virtuale, assicura un livello di sicurezza attiva decisamente elevato.

Prezzo: da 27.900 euro iva esclusa

Quando si parla di mezzi commerciali il prezzo fatto e finito come quello di un’automobile convenzionale non è contemplato, questo perché ci sono tantissimi modi per allestirlo, e in Italia il Master può contare su ben 400 allestitori; inoltre, esistono ben 350 combinazioni per quanto riguarda passo, motorizzazioni e allestimenti. Ad ogni modo il Master Energy a trazione anteriore con il 2.3 turbodiesel da 180 CV parte da 27.900 euro Iva esclusa.

Renault Master dCi 180 Energy: la prova su strada Vedi tutte le immagini
7.4
7
7.5
7.5
7.5
7.5

Pro

I Video di Motori.it

Renault: debutta la gamma ibrida E-Tech

Altri contenuti