Ford Tourneo Custom mild hybrid: la prova su strada

Al volante del van elettrificato di Casa Ford che offre un comfort di alto livello migliorando le percorrenze

L’elettrificazione è sempre più diffusa nel mondo dell’auto ed è approdata anche sui veicoli commerciali e sui van come il Ford Tourneo Custom Mild Hybrid della nostra prova, che sfrutta la tecnologia ibrida per ridurre i consumi soprattutto nella guida in città.

Esterni: un frontale dalla spiccata personalità

Un van ha una linea che è figlia della sua destinazione d’uso, per cui i volumi esterni devono essere interpretati per favorire un abitacolo particolarmente spazioso. Così, l’area dove i designer possono intervenire in maniera più libera è quella del frontale, nella quale spiccano i le firme luminose a LED e la grande calandra cromata oltre alle cromature riprese per i contorni dei fendinebbia. Ulteriore carattere è garantito dalle due nervature sul cofano, mentre la fiancata è piuttosto estesa considerando la lunghezza di circa 5,30 metri. Dietro invece spiccano i grandi gruppi ottici a sviluppo verticale.

Interni: modulabilità al top

In questa configurazione a passo lungo l’abitacolo può ospitare fino a 9 persone, e presenta 6 sedili posteriori singoli con quelli della seconda fila che possono essere sistemati a mo di salottino. Inoltre, ogni sedile posteriore è asportabile e questo consente di ottenere una grande modulabilità interna. Il bagagliaio sfiora i 2 metri cubi di volume e può arrivare a quasi 3 metri cubi se non si utilizzano i sedili dell’ultima fila. L’ambiente è decisamente confortevole grazie anche alla regolazione dei flussi d’aria indipendente per la zona posteriore. La parte anteriore invece presenta degli spunti automobilistici con una plancia ben fatta e realizzata con materiali di qualità, nella quale spicca la leva del cambio posizionata sotto i comandi del climatizzatore. La strumentazione è speculare a quella di altri modelli della gamma Ford come la Focus e la Fiesta, per cui è immediata nella consultazione e ricca d’informazioni. Non manca il grande display per il sistema multimediale che si integra con gli smartphone e può fungere da hotspot WiFi per 10 device.

Al volante: comoda e dai consumi contenuti

La guida è speculare a quella di un van comune ed è difficile accorgersi del momento in cui il sistema Mild Hybrid a 48 Volt entra in funzione. In pratica, sostituisce il motorino d’avviamento e va a rifornire d’energia i servizi, mentre in marcia aiuta il propulsore termico in partenza e in alcuni frangenti della guida autostradale. Il motore a gasolio 2 litri da 185 CV comunque non ha bisogno di supporto, perché è potente ed elastico, e rappresenta un giusto compromesso per un mezzo del genere. Nei viaggi le sospensioni isolano bene l’abitacolo e l’insonorizzazione risulta piuttosto curata; nonostante le dimensioni, il Tourneo Custom si guida bene anche in città dove viene evidenziata una posizione di guida ed un’impostazione generale più da mezzo commerciale che da auto convenzionale. Il cambio manuale a 6 rapporti si manovra con una certa disinvoltura e risulta ben raccordato al motore. A livello di consumi la percorrenza media è di circa 7 litri per 100 km, e questo vuol dire percorrere più di 14 km con 1 litro di gasolio: niente male considerando le dimensioni e la sezione frontale.

Prezzo: 36.800 euro iva esclusa

La versione Titanium della nostra prova ha un costo di 36.800 euro iva esclusa, ma è consigliabile aggiungere il cruise control adattivo ed il sistema di parcheggio automatico per completare la dotazione di serie.

Ford EcoSport Active: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
7.6
7
8.5
7.5
8
7

Pro

I Video di Motori.it

Ford Kuga 2.0 EcoBlue Hybrid: la prova su strada

Altri contenuti