Peugeot 508 SW GT: la prova su strada

Comoda e con un grande bagagliaio non rinuncia alle prestazioni grazie ad un potente motore 1.6 da 225 CV

La Peugeot 508 ci ha colpito con la sua linea da coupé a 4 porte capace di far girare la testa ai passanti, ma la Casa del Leone sa bene che per le flotte e per le necessità di molti professionisti la variante wagon è imprescindibile, così ecco che siamo tornati a guidare l’ammiraglia della Casa francese in questa configurazione, ma con il potente motore 1.6 a benzina da 225 CV.

Esterni: anche da wagon rimane felina

Con un posteriore diverso la Peugeot 508 cambia profondamente ma non snatura il suo spirito. Infatti, se il frontale presenta firme luminose che sembrano delle zanne pronte a mordere l’asfalto, alla stregua della berlina, la fiancata spicca per i montanti dal disegno differente e per il terzo finestrino che imprime dinamismo. Dietro i gruppi ottici sottolineano la larghezza della vettura, mentre lo spoiler ed i due terminali di scarico enfatizzano il carattere dell’auto sottolineato anche dai grandi cerchi in lega con coperture dalla spalla bassa.

Interni: si può caricare di tutto

Ampio lo spazio a bordo, con la zona posteriore ancora più confortevole visto che i montanti consentono al tetto di scendere in maniera più graduale lasciando più centimetri sopra la testa di chi siede dietro. Versatile il bagagliaio, che si spalanca con il movimento del piede, vanta una capienza di 530 litri utili e può arrivare a ben 1.780 litri abbattendo il divano posteriore: in questo caso si crea un piano di carico perfettamente piatto che agevola i carichi di oggetti lunghi. Per il resto ritroviamo la plancia avveniristica della 508 berlina con tanto di strumentazione digitale, e con l’ampio schermo del sistema d’infotainment che consente di richiamare le varie voci dai tasti sottostanti in stile pianoforte. Cenni di sportività arrivano dai sedili avvolgenti, dal volante appiattito in alto e in basso e con tanto di logo GT, e dalla pedaliera sportiva in metallo. L’unico neo di questo insieme di grande impatto visivo, e realizzato con materiali di qualità, riguarda la visibilità della strumentazione parzialmente occultata dalla parte alta del volante.

Al volante: sicura e briosa

La 508 SW GT porta a spasso una massa non indifferente, ma il 1.6 turbo benzina da 225 CV consente di muoverla con un certo brio, non a caso l’accelerazione da 0 a 100 km/h è coperta in 7,4 secondi e la velocità massima tocca una punta di ben 246 km/h. La guida è piacevole per via del rollio limitato e della seduta bassa, e il cambio automatico EAT8 rappresenta un ottimo alleato per il propulsore grazie alla sua rapidità e fluidità di funzionamento in ogni situazione dinamica. Ovviamente, gli ingombri vanno considerati, perché parliamo di un’auto lunga quasi 5 metri, per cui bisogna tenerne conto nella guida in città. Tra gli ADAS la disponibilità del night vision rappresenta un’opportunità da non perdere visto che agevola la guida in condizioni di visibilità critica. Sul fronte consumi la combinazione tra propulsore turbo benzina con una corposa cavalleria e peso importante porta ad una percorrenza di circa 10 km/l nell’utilizzo quotidiano.

Prezzo: 46.980 euro

La 508 SW GT della nostra prova è la più sportiva della gamma, tolta la variante ibrida plug-in, ha un allestimento che necessita di poche integrazioni, e spicca per la sua qualità costruttiva. Il prezzo è di 46.980 euro, ma si tratta della versione più ricca tra quelle proposte nel listino della wagon francese.

Peugeot 508 SW GT: la prova su strada Vedi tutte le immagini
7.6
8.5
8.5
8
6.5
6.5

Pro

I Video di Motori.it

Peugeot 508 Hybrid

Altri contenuti