Honda HR-V 1.5 T Sport Navi: la prova su strada

Sportiva nell’aspetto, vanta un cambio manuale a 6 rapporti dall’ottima manovrabilità

I SUV indossano sempre più spesso l’abito sportivo e la Honda ha recepito questa tendenza con la HR-V che nella variante Sport sfoggia anche un vigoroso motore 1.5 sovralimentato da 182 CV. L’abbiamo guidata nella variante dotata di cambio manuale a 6 marce per una guida ancora più coinvolgente.

Esterni: sono i dettagli a fare la differenza

Con una calandra anteriore cromata e la griglia sottostante a nido d’ape la Honda HR-V Sport mette subito le cose in chiaro: vuole attirare l’attenzione e lo fa nel modo giusto. Anche dietro ci sono due scarichi tondi che ne enfatizzano il carattere, così come i particolari in nero lucido che vanno a porre in risalto la parte bassa della vettura, i passaruota e gli specchi retrovisori. Completano il quadro i cerchi in lega di colore nero ed una fiancata che tra giochi di luce e andamento del montante posteriore strizza l’occhio alle coupé.

Interni: un mix tra tradizione e modernità

La HR-V Sport presenta un abitacolo accogliente con un abbinamento di colore rosso e nero decisamente azzeccato. In questo modo la plancia, i sedili e i pannelli porta risultano decisamente più intriganti. La strumentazione con i suoi quadranti circolari mette in evidenza il tachimetro centrale, mentre il computer di bordo ha una grafica datata. Molto più in linea con gli standard di oggi lo schermo da 7 pollici del sistema d’infotainment con tanto di navigatore e compatibile con Android Auto. Comoda per 4 persone, questa Honda vanta un bagagliaio da 448 litri che può arrivare fino a 1.473 litri e consente di trasportare oggetti alti fino a 124 cm grazie alle sedute che possono essere sollevate in verticale; un’operazione consentita dalla posizione del serbatoio di carburante posizionato sotto i sedili anteriori.

Al volante: assetto preciso e cambio sportivo

Con due ammortizzatori montati in orizzontale sia all’avantreno che al retrotreno, la HR-V Sport elimina gli svantaggi del baricentro alto e consente una dinamica di guida decisamente interessante per un SUV compatto. Il motore 1.5 turbo si esalta con questa soluzione tecnica, ma non si tratta di un’unità che spicca per cattiveria, piuttosto mette in evidenza una fluidità d’erogazione da riferimento. Volendo si può sfruttare al meglio con la trasmissione manuale a 6 rapporti che spicca per la manovrabilità che ricorda quella di una roadster e il fatto che la leva sia simile a quella della mitica S2000 non è un caso. Il propulsore si fa sentire con la complicità dell’impianto audio in accelerazione, mentre nei viaggi il sistema che elimina il rumore proveniente dall’esterno consente di avvertire esclusivamente i fruscii aerodinamici. Non male i consumi, che si attestano sui 15 km/l, mentre gli ADAS consentono di adattare l’andatura dell’auto ai limiti di velocità presenti lungo il tragitto, sfoggiando anche tutti gli aiuti al conducente dei moderni sistemi d’assistenza alla guida.

Prezzo: buono in rapporto ai contenuti

Con 29.950 euro si può acquistare un SUV dotato di tutto punto, dalla dinamica concreta e divertente e dal fascino sportivo. Volendo c’è la possibilità di avere il cambio automatico CVT, ma per chi apprezza la guida vecchio stampo la trasmissione manuale è un must irrinunciabile.

Honda HR-V 1.5 Sport 6MT: la prova su strada Vedi tutte le immagini
7.7
7
7.5
8
7.5
8.5

Pro

I Video di Motori.it

Honda Civic Type R Limited Edition: record a Suzuka

Altri contenuti