Lexus UX Hybrid: la prova su strada

Al volante del SUV compatto di Lexus che offre tanto comfort anche in città e consumi contenuti.

UX è il SUV più compatto di Casa Lexus e amplia la gamma a ruote alte ad una clientela che non rinuncia alla frenetica vita di città. Ibrido come da tradizione del brand, è affilato nella linea e parco nei consumi per essere utilizzato a 360°.

Esterni: un design spaziale

L’estetica della UX non rinuncia al family feeling ma offre spunti interessanti da diverse angolazioni. Infatti, se il frontale provoca un certo déjà vu con quella calandra a forma di clessidra e i gruppi ottici affilati, la fiancata mette in mostra dei passaruota squadrati tagliati di netto nella zona superiore e le scenografiche pinne dei fari posteriori uniti da una firma luminosa a LED. Con i suoi 4,50 metri di lunghezza riesce a muoversi con una certa agilità anche in città e conserva nello stesso tempo lo spazio interno per affrontare comodamente i lunghi viaggi.

Interni: salotto hi-tech per quattro

La UX è accogliente ma l’accessibilità alle sedute posteriori non è delle migliori per via della linea discendente del tetto e dell’angolo d’apertura delle portiere. In compenso, se non si è troppo alti si viaggia senza sfiorare il tetto con la testa e con una certa libertà di movimento per le ginocchia. La plancia è ben rifinita, soprattutto nella parte alta e presenta il grande schermo dell’infotainment e la strumentazione digitale con menù a scomparsa. Sul tunnel centrale è presente il touchpad per gestire il sistema multimediale che risulta agevole da utilizzare e limita le distrazioni rispetto agli schermi touch che vanno per la maggiore. Da segnalare la presenza di un bagagliaio che non è tra i più capienti, appena 220 litri, ed ha una soglia di carico alta, ma beneficia di una cappelliera pieghevole che può essere rimossa con facilità in caso si volessero trasportare oggetti più ingombranti.

Al volante: comoda e poco assetata

Silenziosa e fluida in marcia, la UX si giova dell’apporto del motore elettrico da 80 Kw all’unità 2 litri a benzina, per una potenza totale di 184 CV. L’unità ad impatto zero è sempre partecipe, anche nella guida in autostrada, e quindi consente di risparmiare sui consumi in quanto permette di sfruttare ancora meno il propulsore termico. Lo sterzo è preciso, per cui l’auto si riesce a sfruttare anche tra le curve, dove si beneficia anche del supporto sedili sportivi, mentre il pedale del freno offre un feeling maggiore rispetto alle ibride del passato. In compenso l’assetto è votato al comfort e questo si riscontra nei lunghi viaggi e nella guida in città, dove l’unico appunto riguarda i sistemi di ausilio al parcheggio meno completi di quelli di altre concorrenti. Curata la sicurezza attiva nella variante Premium del test con i dispositivi più in voga di serie tra cui anche il cruise control adattivo, il blind sport monitor ed il riconoscimento dei segnali stradali; mentre i consumi si attestano sui 17 km/l con l’unità elettrica che fa del suo meglio in città dove la UX viaggia intorno ai 20 km/l. Per chi necessita di maggior trazione nelle giornate invernali o frequenta spesso strade di montagna c’è anche la variante con la trazione integrale che offre ulteriore sicurezza in condizioni difficili.

Prezzo: da 37.400 euro

Il range di prezzi della Lexus UX è piuttosto ampio e va dai 37.400 euro della versione Executive a trazione anteriore fino ai 50.400 euro della variante Luxury 4WD. La Premium della nostra prova parte dai 40.400 euro e presenta una lista di accessori ai quali è consigliabile aggiungere il caricatore wireless per lo smartphone in linea con le tendenze attuali.

Lexus UX 250h: la prova su strada Vedi tutte le immagini
8.1
8
9
7.5
8.5
7.5

Pro

I Video di Motori.it

Lexus UX 300e: nuovo SUV elettrico

Altri contenuti