Test Euro NCAP 2019: sette auto a cinque stelle

Ecco i punti di forza delle 7 nuove auto di Audi, Lexus, Renault, Toyota, Mazda e Volkswagen. Ecco cosa vuol dire investire in sicurezza.

Test Euro NCAP 2019: sette auto a cinque stelle

di Tommaso Giacomelli

23 Maggio 2019

Sono arrivati i verdetti dei Test Euro NCAP 2019, il progetto internazionale di valutazione degli standard di sicurezza delle auto nuove, del quale è partner anche l’Automobile Club d’Italia. Niente sorprese perché i sette nuovi modelli presentati e testati hanno superato brillantemente la difficile prova e con il massimo dei voti. I modelli in questioni sono: il nuovo veicolo elettrico a trazione integrale Audi e-tron, l’brida a trazione integrale Lexus UX, la compatta Mazda 3, la Renault Clio, la nuova ibrida e convenzionale Toyota Corolla, l’ibrido e convenzionale SUV Toyota Rav4 e il piccolo SUV di casa Volkswagen, T-Cross.

L’Audi e-Tron ottiene 5 stelle e brilla soprattutto per la protezione degli occupanti nella prova dell’urto contro la barriera laterale. Qualche criticità invece per la protezione del torace nell’urto contro il palo; scarsa protezione, invece, per il bacino e la testa del pedone investito. Il funzionamento dei sistemi di assistenza alla guida, anche nei confronti delle utenze vulnerabili è ottimo. La lussuosa giapponese Lexus UX ha raggiunto il livello massimo in entrambe le prove di urto laterale contro la barriera e contro il palo. Buoni anche i risultati riguardanti il sistema di frenata automatica. Qualche criticità per il sistema di mantenimento della corsia (Keep Line Assist).

Mazda 3 e Volkswagen T-Cross stupiscono tutti quanti raggiungendo i risultati massimi in ognuna delle categorie, ottenendo l’eccellenza per quanto riguarda la protezione degli occupanti. Elevati standard raggiunti anche per il sistema di frenata automatica, la buona la protezione dei pedoni e dei ciclisti. Qualche criticità invece per il mantenimento della corsia. La Renault Clio fa davvero un’ottima figura ai test Euro NCAP 2019 guadagnando il massimo punteggio nella protezione dei bambini a bordo. La francese è ottima anche nelle altre prove, compreso il sistema di frenata automatico. Qualche criticità in più rispetto alla concorrenza per il mantenimento della corsia.

Le Toyota Corolla e RAV4 hanno ben figurato. La berlina compatta ha ottenuto il massimo nella protezione dei pedoni e dei ciclisti, eccelsa sia in caso di urto che per quanto riguarda il sistema automatico di frenata. Qualche perplessità desta la pressione di ‘gonfiaggio’ dell’air-bag lato conducente e per il sistema di mantenimento di corsia. Il SUV invece riceve un encomio per il freno automatico di emergenza (AEB) in ambito urbano, mentre qualche criticità è stata riscontrata per gli airbag laterali a tendina, che non si sono dispiegati bene.

Il presidente dell’ACI, Angelo Sticchi Damiani, ha analizzato i risultati di queste vetture: “Benché i 7 modelli di veicoli testati fossero nella configurazione di equipaggiamento standard, tutti erano dotati di sistemi ADAS e del sistema di frenatura automatica per il riconoscimento di pedoni e ciclisti. Questi eccellenti risultati premiano lo sforzo dei costruttori di investire sulla sicurezza, con evidenti benefici per gli utenti vulnerabili”.