Abbassare assetto auto, come fare e prezzi

Come installare un assetto sportivo e i relativi prezzi per effettuare questa operazione in tutta sicurezza.

Abbassare assetto auto, come fare e prezzi

di Francesco Donnici

30 Aprile 2019

In una precedente guida intitolata “Assetto auto: cos’è e a cosa serve” abbiamo affrontato il delicato e complesso argomento relativo all’assetto di un’automobile e di come questa operazione influisce profondamente sulla dinamica del veicolo, mentre in questa guida andremo un po’ più nello specifico spiegando le tecniche relative all’abbassamento dell’auto, ovvero come installare un assetto sportivo e i relativi prezzi per effettuare questa operazione. Innanzi tutto molti modelli di auto possono essere equipaggiati con un assetto ribassato direttamente in fabbrica, infatti molti costruttori lo offrono come optional a pagamento. Se invece si desidera abbassare la propria vettura dopo averla acquistata è bene tenere conto dei pro e dei contro che questa modifica potrebbe portare con sé, a partire dalla sicurezza sicurezza offerta da questo delicato intervento.

Le auto di serie devono rispettare alcuni parametri medi per quanto riguarda il loro assetto, infatti già in fase di progettazione gli ingegneri devono tenere conto di numerosi fattori che influenzano la dinamica della vettura e le sue performance, come ad esempio l’altezza del paraurti, la distanza necessaria per montare, le catene da neve, il numero di persone che possono viaggiare in auto e molto altro. Per questo motivo le sospensioni vengono impostate con un assetto considerato “medio” che ovviamente in alcuni casi può essere per fortuna modificato.

Perché abbassare e indurire?

Modificando le impostazioni dell’assetto è possibile adattare la vettura ai nostri gusti e alle nostre esigenze, quindi se si desidera un comportamento dinamico più reattivo della nostra vettura optare per un assetto sportivo può essere la decisione giusta. Abbassando le sospensioni, otterremo un aspetto più aggressivo della vettura e allo stesso tempo potremmo migliorare la sensibilità di guida, soprattutto se eravamo già intervenuti sulla sostituzione di pneumatici e cerchi in lega con componenti più sportivi. Sottolineamo che dopo l’abbassamento delle sospensioni bisognerà sempre reimpostare la giusta geometria delle ruote.

Rivolgersi esclusivamente a professionisti del settore

Una volta deciso di ribassare la vettura ricordiamoci di affidarci a professionisti del settore che possano consigliarci sulle modifiche più adatte da effettuare, oltre ad essere capaci di realizzare un lavoro ad opera d’arte. Una delle opzioni più valide è quella di scegliere molle sportive accessorie propriamente realizzate capaci di adattarsi in maniera ottimale al veicolo e nello stesso tempo ottimizzano estetica e prestazioni della vettura.

Risultati degni di nota con le molle sportive

Adottando molle sportive miglioriamo le performance della nostra automobile in due modi: le molle sportive riducono l’altezza delle sospensioni e le irrigidiscono e abbassando il baricentro del veicolo si migliora di molto la stabilità della vettura e l’inserimento nelle curve più veloci, ottenendo così una guida più sicura e precisa. Questo perché si ottimizzano le reazioni dell’auto sfruttando la riduzione dei movimenti del telaio che a sua volta ottimizza il lavoro dei pneumatici.

Cosa scegliere

Una possibilità interessante da prendere in considerazione riguarda l’installazione di un sistema completo coil-over, caratterizzato dalla presenza di molle e ammortizzatori abbinati ai manicotti regolabili per le molle. In questo modo si potrà effettuare una semplice messa a punto sfruttando la regolazione dell’altezza di guida.

Quanto ribassare l’auto?

Per quanto riguarda il livello di ribassamento dell’assetto, bisogna fare molta attenzione sull’altezza che si sceglie, onde evitare grosse problematiche. Di solito a vettura può essere ribassata fino a 30 mm senza problemi, ma si tratta di un dato indicativo, meglio farci consigliare da un meccanico specializzato onde evitare che i braccetti lavorino troppo, oppure che alla prima buca la vettura riporti danni serie, o peggio ancora che la dinamica dell’auto denunci un comportamento tutt’altro che equilibrato.

La ridotta corsa delle sospensioni aumenta in maniera esponenziale il rischio di rovinare il fondo dell’auto a causa dei possibili sfregamenti sul manto stradale.  Gli assetti sportivi che vengono proposti come optional sulle vetture sfruttano gli smorzatori per risolvere il problema, quindi la  loro rimozione o modifica deve essere effettuata dopo una attenta analisi della situazione.

Quanto costa ribassare l’auto?

I prezzi possono ovviamente variare sia per quanto riguarda il numero e la qualità dei componenti scelti che per il costo della manodopera. Se si comprano esclusivamente le molle di una buona marca, come ad esempio quelle prodotte dalla Eibach, si andrà a spendere un importo che varia dai 200 ai 500 euro, mentre per quanto riguarda la manodopera bisognerà contare almeno altre 100 euro in più.