Volkswagen inaugura a Lisbona il nuovo Software Development Center

Un team di 300 specialisti IT opererà per lo sviluppo di innovativi software rivolti ad ecosistemi digitali e servizi cloud; 100 tecnici si concentreranno su nuove soluzioni per Man Truck & Bus.

Volkswagen inaugura a Lisbona il nuovo Software Development Center

di Francesco Giorgi

07 novembre 2018

Le cifre ed i progetti parlano chiaro: Lisbona è un nuovo “paradiso” del comparto multimediale. Sono numerose le start-up internazionali che scelgono la capitale lusitana quale sede centrale dei propri head quarter. Del resto, fra gli atout tecnologici in atto in Portogallo, da tempo si assiste ad una via via crescente attenzione verso il comparto hi-tech, in particolare nei confronti dei più giovani; ed è proprio a Lisbona, dove in questi giorni si svolge la terza edizione del Web Summit, technology conference internazionale in materia di nuovi strumenti Web, IT e start-up, che entro i prossimi mesi verrà inaugurato il Beato Creative Hub (un mega incubatore da oltre 100.000 metri quadri che saranno interamente dedicati all’innovazione ed all’imprenditoria hi-tech). In questo scenario, la filiera automotive – sempre più attenta alle kermesse internazionali di settore, come dimostrato dalla crescente presenza dei big player della mobilità al World Mobile Congress di Barcellona ed al CES di Las Vegas, soltanto per citare due esempi di primo piano – guarda al futuro dell’auto secondo il graduale orientamento delle Case costruttrici in qualità di multiutility per la fornitura di servizi software e mobilità connessa oltre che “semplicemente” costruttori di veicoli.

Lo conferma, fra gli altri, Volkswagen, che al Web Summit di Lisbona presenta un complesso progetto di gestione dei flussi di traffico, sviluppato insieme a D-Wave e che sfrutta le potenzialità dell’informatica quantistica (qui un nostro approfondimento). Oltre a ciò, il Gruppo Volkswagen inaugura, ed è notizia di queste ore, l’SDC-Software Development Center, situato appunto a Lisbona e nel quale 300 tecnici specialisti nell’Information Technology opereranno in team per lo sviluppo di programmi informatici di ecosistemi digitali e per i processi interni del Gruppo.

Nel dettaglio, indica una nota VW, “100 di loro lavoreranno a servizi basati sul cloud specificamente per il comparto Truck & Bus di Man”. Occorre ricordare che Volkswagen è presente in Portogallo da più di venticinque anni: nello specifico, Autoeuropa si occupa della gestione di uno stabilimento a Palmela (complesso da 5.900 addetti come forza lavoro e rivolto alla produzione di modelli Volkswagen e Seat, fra cui T-Roc e Sharan ed Alhambra).

Il nuovo Software Development Center di Lisbona è, per il Gruppo Volkswagen, la terza realtà di sviluppo nuove piattaforme digitali di questo tipo, dopo i centri di Wolfsburg e di Berlino e nei quali operano centinaia di esperti IT, concentrati sulla realizzazione di “Servizi per l’ecosistema digitale come Volkswagen We o sullo sviluppo di strutture in materia di sicurezza, incluse quelle necessarie per l’autenticazione dei profili dei Clienti o la criptazione di database”: strutture strategicamente di primo piano nei programmi rivolti al soddisfacimento di una domanda sempre crescente di soluzioni software “up-to-date” all’interno del Gruppo, e le cui competenze in materia di tecnologia digitale sono in costante espansione in virtù dei programmi di partnership nel settore e partecipazioni in altre società. La formazione degli sviluppatori software in Germania verrà curata direttamente da Volkswagen, e si terrà, presso la struttura “Faculty 73” di Wolfsburg, a partire dall’inizio del prossimo anno. “Lo sviluppo software per i nuovi servizi digitali diventerà una competenza chiave per il Gruppo Volkswagen – afferma Martin Hofmann, CIO del Gruppo VAG – Stiamo acquisendo il know-how necessario a questo scopo in modo decentralizzato. Per reclutare i migliori talenti, dobbiamo andare là dove si trovano. I Volkswagen SDC sono unici nello scenario tecnologico: in una atmosfera da start-up si combinano metodi come l’extreme programming e il pairing”.

Nello specifico, “Volkswagen e Man Truck & Bus recluteranno specialisti informatici principalmente nel territorio portoghese. Come regione specializzata nell’IT, l’area metropolitana di Lisbona vanta un’amministrazione attenta alle questioni digitali, una fitta rete di aziende di tecnologia e start-up, e un ambiente accademico ben performante con laureati altamente qualificati”, anticipa la nota tecnica VW, a conferma di una nuova identità anche per Man, che segue di pari passo l’evoluzione digitale del comparto auto verso un ruolo di “Provider di servizi di trasporto sostenibili e intelligenti. La digitalizzazione giocherà un ruolo fondamentale in questo sviluppo – osserva Stephan Fingerling, CIO di Man Truck & Bus – Lisbona è il posto giusto per reclutare i migliori specialisti che ci servono per fare significativi passi avanti in quest’area”.

Tutto su: Volkswagen