Jaguar Land Rover Classic: l’infotainment diventa vintage

Come coniugare l’appeal rétro della propria vettura storica con i moderni sistemi multimediali di bordo? JLR Classic propone moduli di connettività e navigazione “moderni dentro” e “antichi” fuori.

Jaguar Land Rover Classic: l’infotainment diventa vintage

di Francesco Giorgi

10 settembre 2018

All’esterno è dichiaratamente “old style”; all’interno, al contrario, mantiene le più recenti funzionalità di servizi connessi e sistemi di bordo che, a quanto pare, iniziano a risultare irrinunciabili anche da parte di molti appassionati possessori di modelli storici (i quali, come si sa, non disponevano di sistemi multimediali né radio digitali), soprattutto di quanti – per darsi un tono a tema con la propria auto d’epoca – vorrebbero non “inquinarne” l’aspetto estetico con moderni, e per questo anacronistici, strumenti di navigazione e connettività che poco hanno a che fare con lo stile di un tempo. Per armonizzarne al meglio le caratteristiche all’interno degli ambienti “vintage”, la loro immagine è stata adeguatamente “riveduta e corretta” in chiave rétro.

Ecco, in estrema sintesi, la formula sulla quale si basa l’inedita gamma di moduli Classic Infotainment System messa a punto dai tecnici di Jaguar Land Rover Classic – Divisione dei marchi di Coventry e Solihull specializzata nei servizi di conservazione del patrimonio storico delle due aziende oggi nell’orbita del colosso indiano Tata Motors – e svelata, lo scorso weekend, in occasione del Goodwood Revival Meeting.

Tecnicamente, l’operazione è semplice: inserire, in una “scatola” dall’aspetto classico, le più recenti tecnologie infotainment, a tutto vantaggio delle possibilità di impiego del veicolo storico (Jaguar E-Type, XJ prima, seconda e terza serie, Mk II; ma anche Land Rover Defender, Range Rover prima serie e così via) senza quindi intaccarne l’immagine esteriore.

Più nello specifico, l’inedito modulo Classic Infotainment System si compone di un navigatore satellitare configurabile in 32 lingue, una integrazione per interfaccia smartphone, la connettività Bluetooth ed un impianto audio DAB e DAB+ digitale (quest’ultimo, in ogni caso, mantiene i programmi di ricerca manuale FM ed AM). Un display touch HD da 3.5” azionabile altresì mediante più “tradizionali” comandi a manopola e pulsante permette il controllo delle funzionalità di navigazione europea, con visualizzazione bidimensionale o tridimensionale, e informazioni sul traffico e viabilità; inoltre, il sistema consente l’accesso contemporaneo fino a quattro device portatili, dispone di comandi vocali ed è configurabile in sei lingue: inglese, francese, tedesco, italiano, spagnolo e russo.

Il nuovo Classic Infotainment System di Jaguar Land Rover Classic verrà proposto in quattro versioni, distinte fra loro per immagine esteriore e, quindi, per “destinazione finale”: a seconda che se ne preveda il montaggio a bordo di uno dei modelli Land Rover storici oppure entri a far parte della plancia delle Jaguar d’epoca: la scelta, precisa una nota tecnica diramata in queste ore da Jaguar Land Rover Classic, spazierà fra modelli a “frontale” rifinito in nero o ad effetto cromato per la gamma Jaguar storiche, e versioni in nero oppure in alluminio spazzolato in tinta argento per la lineup d’epoca di Land Rover e Range Rover.

Tutto su: Jaguar, Land Rover