Michelin Track Connect: se i pneumatici comunicano con il pilota

L’innovativo sistema Michelin Track Connect migliora l’esperienza in pista grazie alle informazioni fornite al pilota in tempo reale tramite una intuitiva app.

Michelin Track Connect: se i pneumatici comunicano con il pilota

di Andrea Tomelleri

05 luglio 2018

Grazie a Michelin, diventa realtà quello che fino a poco tempo fa era un sogno per tutti i gentelman driver. Da oggi si può girare in pista durante un track day ed avere in tempo reale le informazioni relative alla temperatura ed alla pressione dei pneumatici nel modo più semplice ed intuitivo, cioè attraverso una app sul proprio smartphone. A rendere possibile tutto questo è Michelin Track Connect, una innovativa tecnologia che può essere vista come un vero e proprio istruttore di guida personale in grado di aiutare a migliorare le proprie performance, giro dopo giro.

Michelin Track Connect: perfetto per i track day

Lo sviluppo dell’innovativo prodotto è partito nel giugno del 2016 con un sondaggio tra i proprietari di supercar, i soci di club automobilistici e i frequentatori di eventi in pista, i quali hanno riconosciuto la mancanza di strumenti affidabili per la misurazione dei dati sui pneumatici. La risposta dei ricercatori del centro di Ricerca e Sviluppo Michelin è stata l’ideazione di un sistema che consente al pneumatico di comunicare con il pilota per fornire i dati in tempo reale sulla temperatura e sulla pressione dei singoli pneumatici e per suggerire le correzioni necessarie per ottenere il meglio dal proprio veicolo in pista.

Il colosso francese di pneumatici ha creato appositamente due start-up per lo sviluppo del prodotto e successivamente si è passati alla fase di test, sia nelle piste interne della Michelin che al Nurburgring. A conferma dei continui miglioramenti, c’è il fatto che da marzo 2017, inizio del progetto, fino al lancio nel 2018 la tecnologia ha ricevuto ben 17 upgrade. Track Connect è stato lanciato a marzo 2018 in Francia, Svizzera e Germania, mentre arriva in Italia, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti e Cina a partire da gennaio 2019.

Il segreto è nel pneumatico

Michelin Track Connect comunica con il pilota prima, durante e dopo la sessione in pista. In particolare, prima di entrare tra i cordoli la app suggerisce la pressione dei pneumatici adatta alla vettura e alle condizioni di guida come pista asciutta, umida e bagnata. Una volta scesi in pista, il sistema fornisce le informazioni sulla pressione e la temperatura di ognuno dei pneumatici del veicolo, aiutando il pilota nella delicata operazione di regolazione della pressione più adatta. Il guidatore può capire in questo modo se i pneumatici lavorano nel range ottimale secondo il settaggio scelto.

La tecnologia Track Connect, coperta da brevetto Michelin, utilizza dei sensori applicati all’interno della copertura, sotto il battistrada, in tutti e quattro i pneumatici. I sensori sono posizionati proprio nel punto più adatto per trasmettere le informazioni ad un ricevitore sul veicolo (tramite Usb), limitando la tipica alterazione dei dati dovuta agli sforzi eccessivi sia per i freni che per i cerchi.

Una volta raccolti, i dati vengono ritrasmessi all’applicazione dello smartphone. L’interfaccia standard offre quattro sezioni, ma basta un movimento dello smartphone per vedere anche se il veicolo diventa più sottosterzante o sovrasterzante, un’ulteriore informazione utile per migliorare il proprio stile di guida. Il sistema può essere utilizzato sia su strada normale che in circuito, ad esempio tutti i circuiti italiani sono già pre-installati.

Durante l’evento di presentazione presso l’Autodromo di Franciacorta abbiamo potuto provare il nuovo sistema Track Connect direttamente in pista. Giro dopo giro, il sistema ci ha fornito in tempo reale la temperatura e la pressione dei pneumatici, con l’indicazione specifica per ognuna delle quattro coperture alla fine della sessione in pista. Ovviamente il nostro intento era migliorare il nostro stile di guida e in questo senso abbiamo trovato utile la funzione che evidenzia il bilanciamento della vettura, in aggiunta ai tempi sul giro.

Michelin Pilot Sport: la gamma sportiva provata in pista

L’evento all’Autodromo di Franciacorta è stata l’occasione di provare anche la gamma di pneumatici sportivi di Michelin. In particolare, abbiamo testato il Pilot Sport 4, un pneumatico sportivo stradale sviluppato dall’esperienza in Formula E, e il Pilot Sport 4 S, un pneumatico pensato per l’utilizzo stardale ma adatto anche alla pista, che nel 2018 si è arricchito di 19 nuove misure. Tutte queste gomme sono dotate della tecnologia Premium Touch che conferisce un effetto vellutato alla spalla, un dettaglio estetico che arricchisce la caratterizzazione sportiva della vettura su cui i pneumatici sono montati. Infine, ci è stata data la possibilità di provare il Pilot Sport Cup 2, uno pneumatico slick, comunque omologato per la circolazione su strada. In questo caso il livello di grip raggiunge livelli incredibili e la Porsche 911 GT3 su cui erano montati ha potuto esprimere il meglio di se stessa in pista. Gli appoggi hanno margini di sicurezza altissimi, anche a velocità elevata e dopo un utilizzo continuato. Con un equipaggiamento così, un semplice track day in pista regala emozioni da gara.