Autostrade, le date dello sciopero

I sindacati delle autostrade si attivano nel peggior periodo dell’anno. Maggiori dettagli di seguito.

Le date indicate da bollino nero per mettersi in viaggio verso le destinazioni di vacanza passano anche attraverso domenica 4 agosto e lunedì 5 agosto, situazione ovviamente già critica per viaggiare dato che con l’arrivo delle ferie estive la maggior parte delle famiglie si mette in viaggio con la propria automobile. È proprio da questa considerazione che nasce per il volere del sindacato dei lavoratori di Autostrade uno sciopero che espone tutti i viaggiatori a fattori di criticità.

Modalità e ragioni dello sciopero

I sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Trasporto hanno annunciato che per le giornate del 4 e del 5 agosto in cui si svolgerà lo sciopero, i lavoratori delle autostrade incroceranno le braccia. I sindacati hanno affermato che la decisione è giunta “a seguito dello stato di agitazione, proclamato per la fase critica che sta caratterizzando la trattativa, che riprenderà martedì 30, per il rinnovo del contratto nazionale di settore”.

Vengono rese note oltre alle date, anche gli orari e le modalità in cui lo sciopero si svolgerà: “dalle 10 alle 14, dalle 18 alle 22 di domenica 4 e dalle 22 di domenica 4 alle 2 di lunedì 5 si fermeranno gli addetti all’esazione ai caselli e il personale turnista non sottoposto alla regolamentazione dello sciopero. Stop al personale impiegato con turni sfalsati e spezzati nelle ultime 4 ore della prestazione mentre il personale tecnico e amministrativo si fermerà le prime 4 ore del proprio turno di lunedì 5 agosto”.

I sindacati tengono a precisare in una nota aggiuntiva “chi” non prenderà parte allo stato di agitazione: “tutto il personale sottoposto alla legge sullo sciopero ed alla regolamentazione provvisoria del settore”.

 Attenzione ai caselli

Come accaduto in passato in circostanze simili, presso i caselli autostradali potrà verificarsi la possibilità di dirottare il traffico sulle corsie dove il servizio è automatizzato, evitando di conseguenza un passaggio gratis dovuto allo sciopero da parte degli automobilisti. Infine ai caselli il passaggio sarà possibile solo tramite carta prepagata (oltre che con Telepass), il che renderà tutto ancor più caotico, mettendo altresì in difficoltà coloro che non sono avvezzi a pagamenti con tali modalità.

I Video di Motori.it

“L’Ordinario diventa Straordinario” ad Auto e Moto d’Epoca

Altri contenuti