Continental, 15 milioni di pneumatici ContiSeal prodotti in Portogallo

Gli pneumatici con tecnologia ContiSeal anti foratura sono disponibili in 75 misure differenti.

Continental raggiunge un nuovo ed incredibile traguardo: nell’impianto del colosso tedesco situato nella località di Lousado, in Portogallo, è stato prodotto il 15 milionesimo pneumatico con tecnologia ContiSeal.

Gli pneumatici ContiSeal vantano sotto la superficie del battistrada uno speciale strato interno viscoso in grado di sigillare la maggior parte delle forature causate da oggetti appuntiti, come ad esempio viti o chiodi. In questo modo, anche in caso di foratura, lo pneumatico permette al veicolo di continuare a percorrere la sua strada in tutta sicurezza.

Attualmente, la gamma degli pneumatici con tecnologia ContiSeal vanta un’offerta che comprende 76 misure di pneumatici estivi, invernali e all-seasons. Il 15 milionesimo esemplare di questo pneumatico uscito dall’impianto portoghese è un ContiSportContact 5 SUV 255/45 R 19, destinato ad una Volkswagen.

Continental è un precursore degli pneumatici con proprietà autosigillanti, considerando che si occupa della produzione di questo tipo di coperture già a partire dal 2008. In un primo momento, questo tipo di pneumatici veniva utilizzato come primo equipaggiamento sulla nuova Volkswagen Passat CC, ma con il trascorrere del tempo è stato adottato anche da altri importanti marchi automotive, come ad esempio Cadillac, Hyundai, Porsche, Renault, Rolls Royce, Seat e Skoda. Questa capillare diffusione ha garantito al ContiSeal l’approvazione della clientela che ora può ordinarli dai dealer specializzati.

Tra le peculiarità degli pneumatici con tecnologia ContiSeal spicca la possibilità di consentire al veicolo che li monta di continuare il viaggio nel 95% dei casi in cui il battistrada subisce danni. Continental si occupa della produzione di pneumatici con proprietà antiforatura dedicati ad automobili e SUV, nelle misure comprese tra i 195 e i 285 millimetri e con un rapporto di aspetto che va da 65 a 35%.

Questo tipo di pneumatici sono compatibili con i cerchi da 15 a 22 pollici e sono omologati per velocità fino a 300 km/h. Per montarli, i veicoli devono vantare l’uso di un dispositivo di monitoraggio della pressione degli pneumatici, in grado di avvisare il guidatore se si verificano graduali perdite di pressione.

Il segreto del successo di Continental – capace di generare nel 2018 un volume di affari pari a 44,4 miliardi di euro – si nasconde nelle sue cinque divisioni battezzate: Chassis&Safety, Interior, Powertrain, Tire e ContiTech, nelle quali lavorano un totale di 245.000 dipendenti dislocati in 60 paesi sparsi in tutto il globo.

 

I Video di Motori.it

Osservatorio Mobilità e Sicurezza Continental 2020

Altri contenuti