BMW C 400 X: la prova su strada

Abbiamo provato in città, ovvero il suo habitat naturale, lo scooter della Casa bavarese. Ecco come va.

Stiloso, moderno e confortevole. Il nuovo C 400 X è lo scooter medio di BMW, è meno impegnativo dei più grandi C 650 Sport e GT, ma più pratico e versatile per l’uso cittadino. Vanta una dotazione molto ricca e garantisce un comfort che lo rende perfetto anche per le gite fuori porta e (con gli accessori giusti) per il turismo a breve-medio raggio.

BMW C 400 X: un look moderno

Dal punto di vista estetico, il nuovo BMW C 400 X ha un look tutto suo. Combina linee moderne e tagli netti. Il gruppo ottico anteriore a LED riprende il family feeling del brand, mentre la sella è ampia e comoda sia per il pilota che per il passeggero. La posizione di guida è naturale, si sta con il busto eretto e c’è tanto spazio per le gambe. In sella non ci si affatica, anche dopo diverse ore. Si è anche ben protetti dal pratico parabrezza, che ha solo il difetto di non essere regolabile; in optional è possibile sceglierne anche uno più alto.

Tanto spazio a bordo

Il BMW C 400 X offre una buona capacità di carico. Il vano sottosella è caratterizzato dal sistema “flexcase”, una sorta di sportello interno apribile a soffietto per aumentare lo spazio riservato a caschi o borse; può però essere sfruttato solo ed esclusivamente quando si parcheggia e mai in movimento (perché la parte che si espande andrebbe ad avvicinarsi troppo alle componenti meccaniche e alla ruota posteriore).

Come va su strada

L’anteriore da 15” e il posteriore da 14” assicurano il perfetto mix di agilità e stabilità. Anche alle velocità autostradali il C 400 X non fa una piega, non stanca e non delude minimamente le aspettative. I 34 CV a 7.500 giri/min del monocilindrico da 350 cc bastano per far tutto con la giusta spinta e con consumi contenuti.

La velocità massima raggiungibile è di 139 km/h, con una buona accelerazione e un’ottima prontezza ai bassi regimi. In sella si avverte una grande fluidità di marcia e anche la frenata è sempre efficace, merito del doppio disco all’anteriore da 270 mm; si sente però in alcune circostante l’assenza di un freno di stazionamento. Equilibrato, con un buon bilanciamento dei pesi, il C 400 X, dunque, si lascia guidare sempre con disinvoltura. E anche se c’è da forzare il ritmo tra le curve, tira fuori l’anima sportiva. Il propulsore – completamente fatto in Casa – è abbinato al cambio a variazione continua, al sistema di smorzamento delle vibrazioni e al controllo automatico della stabilità (ASC).

Dotazione e prezzo

La ciclistica si avvale di un telaio in acciaio tubolare associato a una forcella telescopica e a due molle al posteriore, dove si fa notare un braccio oscillante in alluminio. Ma la vera chicca è caratterizzata dal sistema (fornito al prezzo di 650 euro) Connectivity con schermo multifunzione da 6,5” a colori. Realizzato in collaborazione con Bosch, è molto simile ai sistemi di infotainment che troviamo oggi sulle auto moderne ed in grado di dialogare con lo smartphone (collegato via bluetooth al veicolo) e con il casco, offrendo funzioni di navigazione, gestione del telefono e della musica.

Il prezzo del BMW C 400 X è di 6.950 euro, che possono lievitare se ci si lascia prendere la mano dall’ampio catalogo accessori. Tra gli optional consigliati, oltre al sistema Connectivity, ci sono il pacchetto comfort (con manopole e sella riscaldabili) e il Keyless Ride, per poter gestire tutte le funzioni dello scooter tenendo comodamente la chiave in tasca.

Abbigliamento tecnico utilizzato
Casco: Helmo Pelle Dura Glitter Silver

 

BMW C 400 X: la prova su strada Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Renault Clio Cup: gara sul bagnato per Motori.it

Altri contenuti