Formula E: Vergne è di nuovo campione a New York

Il pilota della DS Techeetah centra un settimo posto in gara 2 che gli consente di bissare il titolo dello scorso anno

La doppia gara americana ha visto protagonista un Vergne concentrato che ha portato a casa il titolo piloti della Formula E bissando il successo dello scorso anno confermandosi dominatore nella categoria più innovativa dell’automobilismo sportivo moderno.

E dire che la gara del pilota del team DS Techeetah non è stata entusiasmante come le altre, ma c’era da aspettarselo visto che c’erano in palio punti pesanti ed un mondiale sempre più importante, considerando i Marchi che si apprestano a debuttare nella serie.

Il discorso è stato tecnico e pratico: controllare Di Grassi, altro esperto della categoria, che aveva la missione unica della vittoria per laurearsi campione. Un’idea folle e ambiziosa che non è stata centrata dal driver Audi. Così, Vergne ha controllato senza prendersi rischi inutili, ha chiuso la corsa in settima posizione ma ha festeggiato un bis difficile da ottenere in questo campionato dalle gare serrate e incerte.

L’epilogo è stato lo scontro tra Di Grassi ed Evans, altro pretendente al titolo, che ha messo al sicuro la vittoria mondiale di Vergne mettendo quasi in secondo piano la vittoria di Frijns che scavalca con autorevolezza in pista prima Buemi, il vincitore di gara 1, e poi Sims. Questo il podio finale di un appuntamento carico di tensione per l’assegnazione del titolo mondiale.

Alla fine, la classifica piloti definitiva del 2019 vede Vergne al primo posto con 136 punti davanti ai due veterani della categoria Buemi e Di Grassi, rispettivamente, a quota 119 e 108 punti.

Altri contenuti