Mitsubishi studia la F1 elettrica

Il costruttore giapponese guarda con interesse ad un campionato del mondo per vetture ad alimentazione elettrica.

Il costruttore giapponese guarda con interesse ad un campionato del mondo per vetture ad alimentazione elettrica.

La Mitsubishi ha ridotto all’osso il suo impegno nelle competizioni e, dopo aver abbandonato il Mondiale Rally, è scomparsa anche dalla Dakar. Un vero e proprio colpo al cuore per gli appassionati che rimpiangono le imprese delle varie Lancer e Pajero.

Come se non bastasse, anche la sportivissima EVO sembra destinata a diventare una vettura pensata più per l’ecologia che per le prestazioni pure e con lei sta per scomparire l’ultimo barlume di sportività e di agonismo. Ma in realtà non è proprio così, perché la Mitsubishi sta pensando seriamente di investire in un campionato mondiale riservato a vetture elettriche.

“I nostri dipendenti sostengono che dovremmo parteciparvi – ha riferito il presiedente Osamu Masuko – i costi di sviluppo delle vetture elettriche sembrano molto più bassi rispetto a quelli per vetture a benzina, e inoltre contribuirebbero allo sviluppo tecnologico di vetture già sul mercato. Si dice che io sia contrario alle competizioni, ma se queste riguardassero veicoli elettrici sarei favorevole e le promuoverei”.

Non rimane che attendere il 2013 per vedere se la Casa giapponese tornerà a correre in silenzio sugli stessi tracciati di F1, dove, secondo rumors recenti, potrebbero svolgersi le gare della nuova categoria dal cuore ecologico.

Mitsubishi al MIMO 2021 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.