Fiat punta al 46% di Chrysler entro giugno

Marchionne accelera il passo e punta a salire al 46% di Chrysler entro giugno, provvedendo al rimborso del debito con i governi di Usa e Canada.

Marchionne accelera il passo e punta a salire al 46% di Chrysler entro giugno, provvedendo al rimborso del debito con i governi di Usa e Canada.

Punta ad accrescere la propria presenza in Chrysler l’AD Fiat. Marchionne ha infatti dichiarato di voler accelerare il passo e di stare lavorando per acquisire entro giugno un ulteriore 16% della Casa automobilistica. Se l’operazione dovesse andare a buon fine la Casa del Lingotto arriverebbe a guidare il 46% dell’americana, detenendo già il 30%.

Prima però è necessario che Fiat saldi il debito di Chrysler con il governo Statitunitense e canadese, che detengono gli interessi sul salvataggio effettuato lo scorso biennio ad un tasso dell’11%. A questo risultato, al quale sta lavorando un pool di banche, si dovrebbe giungere appunto entro giugno, dopo di che Fiat potrà esercitare l’opzione di acquisto del 16%, come previsto dal contratto.

Un obiettivo che Fiat vuole raggiungere al più presto, considerato che il costo della partecipazione sale con il passare dei mesi. I meccanismi di valutazione del contratto prevedono un prezzo più alto per l’operazione per ogni trimestre che passa e con il miglioramento dei risultati Chrysler in vista.

Ma Marchionne guarda ancora più lontano e conferma l’obiettivo di portare la partecipazione in Chrysler al 51% entro il 2011, ovvero di arrivare ad acquisire a titolo gratuito un ulteriore 5% nel quarto trimestre del 2011.

Jeep Grand Cherokee Model Year 2011 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021
News

Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.