Dieselgate: un’inchiesta mette Audi e i funzionari del KBA nel mirino

La testata economica Handelsblatt e la rete televisiva Bayerischer Rundfunk hanno puntato il dito contro l’Audi e i suoi motori di grande cilindrata

L’accusa di aver continuato a proporre per la vendita auto Euro 6 dalla cilindrata importante con il software irregolare, quello che è stato al centro dello scandalo del dieselgate. Il marchio coinvolto è Audi, nell’ambito di un’inchiesta prodotta dai giornalisti dell’Handelsblatt in collaborazione con la rete televisiva Bayerischer Rundfunk.

Il condizionale è d’obbligo, perché siamo solo agli inizi di quella che potrebbe essere una battaglia legale di un certo livello. D’altra parte, la documentazione prodotta parla di oltre 80mila documenti posti sotto la lente d’ingrandimento.

Ma non è tutto, perché nell’occhio del ciclone ci sarebbero anche i funzionari dell’autorità federale dei trasporti, ovvero del KBA, che, sempre a detta di un articolo dell’Handelsblatt, avrebbero volutamente tralasciato di porre l’attenzione sulla vicenda. Oltretutto, sempre dalle inchieste emergerebbe il dato, significativo, di una carenza di attrezzature per le dovute verifiche da parte dei federali.

Insomma, il momento è critico, perché adesso che la faccenda dieselgate sembrava arrivata al capolinea, si aprono nuovi scenari, sempre sul fronte tedesco. Attendiamo una replica dell’Audi che certamente non starà a guardare, visto che è sempre stata attentissima alla qualità dei loro prodotti e nei confronti di una clientela esigente conquistata con vetture innovative, ecologiche e affidabili.

Audi Q2 2.0 (35) TDI quattro S tronic: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Audi R8 Green Hell

Altri contenuti