F1 Gran Premio di Francia, qualifiche: fate largo a Lewis Hamilton

Il pilota inglese sfodera un’altra delle sue strepitose prestazioni da pole man e stordisce Bottas, offuscando anche il caso Ferrari in Canada.

Quando qualcuno o qualcosa sembra offuscare il talento e la velocità di Hamilton, ecco che l’inglese tira fuori gli artigli e la tenacia e fa fuori tutto e tutti. La Ferrari sembra ancora infognata nel brutto episodio accaduto in Canada, ma stavolta per Vettel si è trattato anche di sfortuna, causa problemi di affidabilità, senza i quali, probabilmente, la seconda fila sarebbe potuta essere tutta Rossa. Di seguito vi raccontiamo come sono andate le qualifiche del GP di Francia. Buona lettura!

Nella Q1 le due Mercedes e le due Ferrari si alternano nei primi quattro posti della classifica: Bottas sembra più in palla di Hamilton, che rispetto al finlandese appare più nervoso, Leclerc si mette da subito avanti a Vettel e porta il muso della Ferrari più vicino agli scarichi delle frecce d’argento. Chi si diverte a dare un po’ di fastidio è il solito Verstappen, ma questa prima sessione ci fa osservare come McLaren, Toro Rosso e Haas siano un po’ più sicure di stare insieme ai grandi nella futura Top Ten. Alla fine dei 18 minuti le cose però sembrano cambiare, perché inaspettatamente la pista e il suo asfalto iniziano a migliorare, così improvvisamente negli ultimi 2 minuti vanno fuori Kvyat (che fino a poco prima era addirittura 6°provvisorio), Grosjean (una Haas pare debba sempre avere qualcosa che non va in questa stagione), Stroll (che in classifica perde 8-0 il confronto con Perez) e le solite due Williams di Russel e Kubica.

Partono i 15 minuti della Q2! Se tutti provano a qualificarsi con gomma rossa, molti provano l’azzardo con la gialla: tra questi ci sono le McLaren, le Mercedes, le Ferrari, mentre in casa Red Bull si tenta ancora la strategia diversificata tra i due piloti (rossa per Gasly, gialla per Verstappen). Parte subito forte stavolta Hamilton, che, anche a causa di un paio di sbavature di Bottas, fa il record della pista davanti a tutti in 1:29.520. Intanto per aver oltrepassato tutta la carreggiata con la sua monoposto in curva 6, a Max Verstappen viene tolto il suo giro veloce. Davanti, anche in queste qualifiche, sembra essere una lotta tra Bottas, che nel frattempo si è ripreso la pole momentanea, e Lewis Hamilton; dietro invece vanno fuori Albon, Raikkonen, Hulkenberg, Perez e Magnussen. Segnaliamo la prima top ten di Giovinazzi (bravo!), il colpaccio di Vettel che alla fine si avvicina tantissimo a Bottas e il 5° e il 7° tempo di Norris e Sainz, che fanno segnare una crescita del team McLaren.

Via alla Q3! Il primo ordine di lancio vede Bottas in testa, poi Vettel, Hamilton, Leclerc, Norris, Verstappen, Sainz, Ricciardo, Gasly e Giovinazzi. Subito forte Hamilton che annichilisce tutti, eccezion fatta per Bottas che al secondo posto tiene il suo passo. Poi troviamo Leclerc a quasi 6 decimi, Verstappen, Sainz, Norris, Ricciardo, Gasly, Vettel e Giovinazzi. Seb ha abortito il suo primo tentativo poiché alla curva 9 e alla 11 ha sentito poca potenza nel suo motore, oltre ad avere accusato un problema al cambio, che non ha consentito di mettere dentro una marcia. Quando mancano poco più di due minuti rientrano tutti in pista: sembra il giorno di Hamilton, poiché Bottas fa segnare intermedi più lenti nel primo e nel secondo settore, le Ferrari sono più lente, ma i piloti della Rossa ci stanno provando ad impensierire le Mercedes, ma le monoposto di Maranello non vanno oltre il terzo tempo di Leclerc e il settimo di Vettel. Per chiarezza vi elenchiamo i primi 10 classificati sulla griglia di partenza di domani: Hamilton, Bottas, Leclerc, Verstappen, Norris, Sainz, Vettel, Ricciardo, Gasly e Giovinazzi.

Domani sarà interessante capire se Bottas e Leclerc potranno infastidire Lewis Hamilton. Il compagno di squadra dell’inglese è sempre stato vicino alle prestazioni più veloci, quindi domani potrà tentare di reagire bene in partenza e scappare via, ma la stessa cosa possiamo auspicarla per Leclerc, che domani avrà la possibilità di sfidare i due piloti della Mercedes. Vettel è chiamato ad una rimonta, mentre un applauso va alla McLaren, mai così bene negli ultimi anni.

Altri contenuti
Formula 1, colpo di scena in Mercedes
Formula 1

Formula 1, colpo di scena in Mercedes

Forse dovuto alla pressione che inizia a subire dalle dirette concorrenti come Ferrari e Red Bull e avvantaggiata da una classifica a suo favore, la Mercedes è pronta a portare in pista una versione evoluta della W10, con particolari pronti per il 2020.