Hyundai al Nurburgring: vittoria di categoria in vista della 24 Ore

Primo e secondo posto di classe per i30 N TCR e Veloster N TCR di Hyundai Motorsport alla Qualifying Race, gara di sei ore che anticipa l’appuntamento all’”Inferno Verde” del 22 e 23 giugno.

Uno-due alla Nordschleife: e l’appuntamento ora si proietta alla 24 Ore in programma il mese prossimo, per la disputa di una delle gare di durata più attese dagli appassionati di tutto il mondo. Lo stretto legame fra Hyundai ed il motorsport aggiunge un trofeo al nutrito carnet del Marchio coreano: già vittoriosa nel WTCR 2018, massima serie Turismo dove – con le i30 N TCR – ha ottenuto l’alloro iridato Piloti (con l’espertissimo Gabriele Tarquini: qui la nostra intervista pubblicata al termine della scorsa stagione) e Team (M. Racing-YMR), lo scorso weekend una “doppietta” ha salutato il successo di categoria (primo e secondo posto assoluti) di Hyundai i30 N TCR e Veloster N TCR curate da Hyundai Motorsport Customer Racing, andate a segno alla Nürburgring 24 Hours Qualifying Race, gara di 6 ore che anticipa lo storico appuntamento all’”Inferno Verde” in cartellone nel weekend del 23 giugno.

Al volante di ciascuna delle due vetture, un equipaggio formato da tre piloti: Manuel Lauck, Andreas Gülden (driver specialista del tormentatissimo tracciato del Nurburgring) e Peter Terting a bordo della i30 N TCR; Marc Basseng, Moritz Oestreich e Nico Verdonck sulla Veloster N TCR. Entrambe prevedevano, alla preparazione standard, l’aggiunta di un “kit” sviluppato appositamente per le competizioni Endurance.

HYUNDAI TOP AL NURBURGRING

La competitività di i30 N TCR e Veloster N TCR by Hyundai Motorsport Customer Racing si è manifestata, sabato sera, già in occasione della prima sessione di qualifiche: Manuel Lauck (i30 N TCR) agguantava, con il proprio miglior “crono”, il quarantesimo piazzamento assoluto in griglia; dal canto suo, Moritz Oestreich (Veloster N TCR) si classificava soltanto pochi posti più indietro. I tempi di qualificazione non hanno poi più potuto essere migliorati a causa della pioggia che ha disturbato l’ultima fase delle prove ufficiali; motivo per cui il team ha preferito concentrare, su entrambe le Hyundai, la propria attenzione sui test di settaggio delle fanalerie anteriori, in modo da garantire ai piloti la visibilità ottimale nelle ore notturne della 24 Ore del Nurburgring.

Come spesso avviene nella regione che abbraccia il tracciato dell’Eifel, un impegno ulteriore per piloti e scuderie arriva dalle capricciose condizioni meteo, capaci di mutare in maniera repentina nel volgere di una manciata di minuti e, addirittura, di presentare differenze fra una zona e l’altra della storicissima Nordschleife: e ancora di più in questa fredda e piovosissima primavera. Tutto ciò ha trovato piena conferma già dal “via” della Nürburgring 24 Hours Qualifying Race, caratterizzata da un’alternanza delle condizioni atmosferiche (pioggia al mattino), che ha inumidito il fondo stradale, rendendolo più scivoloso. Determinante, in questo senso, la scelta delle gommature: Lauck ha optato per un set di pneumatici slick all’anteriore e rain al posteriore della i30 N TCR; Verdonck ha, invece, puntato su un layout più “aggressivo”, preferendo equipaggiare la Veloster N TCR con la quale ha completato il primo stint di gara con un treno di Dunlop da asciutto. La decisione del trentaquattrenne driver di Bruxelles si è rivelata esatta fin dai primi giri di gara: la i30 condotta da Manuel Lauck ha infatti dovuto fermarsi presto ai box per il cambio gomme. La posizione sul compagno di squadra ha potuto essere riconquistata soltanto successivamente, quando cioè una foratura ad uno pneumatico posteriore ha costretto la Veloster N TCR ad un precipitoso rientro ai box.

Le gomme fresche hanno permesso alla Veloster di mantenere un buon ritmo, nonostante un altro improvviso pit stop durante la seconda fase di gara, a causa di una piccola difficoltà tecnica: l’intervento dei meccanici ha in ogni caso consentito a Hyundai Motorsport Customer Racing di portare a termine la competizione fra i primi 40 al traguardo, su un lotto di quasi 100 agguerriti competitor.

Nell’ultima parte di gara, Peter Terting ha condotto la i30 N TCR per 38 giri complessivi, andando alla fine a conquistare il primo posto nella categoria TCR e la 28. posizione assoluta. Verdonck, a bordo della Veloster N TCR ha concluso attardato di un solo giro. Missione compiuta, quindi: il team di Alzenau ha concluso al meglio il weekend del Nurburgring, in vista della 24 Ore del mese prossimo.

Meritatamente soddisfatto, il Team director di Hyundai Motorsport Andrea Adamo: “La Nürburgring 24 Hours Qualifying Race era un passo importante nella nostra preparazione alla 24 Ore, e i risultati raggiunti dal team e dalle vetture sono l’epilogo perfetto per questo weekend”. “Sia la Hyundai i30 N TCR che la Veloster N hanno dato prova di essere capaci di performance costanti garantendo al contempo l’affidabilità necessaria in questo tipo di competizioni. Dobbiamo ora ultimare i preparativi alla 24 Ore del Nürburgring, per assicurarci di poter ripetere questa performance, se non di fare ancora meglio”.

Hyundai i30 Facelift PHEV: le foto spia Vedi tutte le immagini
Altri contenuti