Villa d’Este 2011: le auto più eleganti in mostra

Il Concorso d’Eleganza Villa d’Este si terrà quest’anno a fine maggio e presenterà alcune novità. Inalterato invece il fascino d’altri tempi.

Il Concorso d’Eleganza Villa d’Este si terrà quest’anno a fine maggio e presenterà alcune novità. Inalterato invece il fascino d’altri tempi.

In arrivo delle novità al Concorso d’eleganza Villa d’Este, l’evento dedicato alle automobili più ricche di tradizioni che si svolge ogni anno nella cornice di Villa d’Este, in riva al lago di Como. Riportato alla ribalta negli anni Novanta, questo concorso si svolge sotto l’egida di Bmw, che punta a “coltivare una tradizione di cambiamenti”.

L’edizione 2011 annovera quattro cambiamenti chiave: una nuova data alla fine di maggio (dal 20 al 22 maggio), l’allargamento dell’apertura al pubblico anche nella giornata di sabato, il concorso per moto e l’asta di auto di prestigio. Nella imminente edizione, vi sarà anche un concorso per concept car.

Come ogni anno, la competizione per le circa 50 auto d’epoca sarà divisa in 8 diverse categorie di veicoli. Quest’anno, sarà tenuta in particolare attenzione al tema degli anni Sessanta, con circa 20 auto di quel periodo divise nelle sottocategorie “Glamour”, “Sport” e “Inatteso”.

Fra le auto in concorso ci sarà una Bmw 328, la due posti da corsa prodotta in appena 464 esemplari tra il 1936 e il 1940, la Rolls-Royce Phantom II Special Town Car del 1933, l’automobile più costosa nel suo anno di nascita anche per gli elementi placcati in oro, l’illuminazione indiretta e i pellami di qualità.

In occasione del suo cinquantesimo genetliaco, non poteva mancare la Jaguar E-Type che in base alla documentazione ufficiale (e originale) dovrebbe essere il primo esemplare mai costruito. Ecco poi l’Alfa Romeo TZ2 Coupé Zagato del 1965, uno dei 102 esemplari prodotti che, grazie ai 165 CV e a un peso ridotto, poteva raggiungere i 265 km/h.

Jaguar E-Type Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.