Mille Miglia 2019, al via la corsa più bella del mondo

Oggi parte da Viale Venezia a Brescia la rievocazione storica della mitica 1.000 Miglia.

L’emozione degli appassionati è alle stelle perché oggi si accendono i motori dei bolidi che parteciperanno alla 37esima rievocazione storica della Mille Miglia che si svolgerà dal 15 al 18 maggio.

La corsa più bella del mondo, come amava definirla Enzo Ferrari, come da tradizione anche in questa edizione coprirà il percorso da Brescia a Roma e ritorno. La manifestazione sarà suddivisa in quattro emozionanti tappe: da Brescia a Cervia- Milano Marittima, da Cervia-Milano Marittima a Roma, da Roma a Bologna ed in fine da Bologna a Brescia.

Tra le novità dell’edizione 2019 della 1000 Miglia troviamo la riduzione dei partecipanti per motivi di sicurezza, infatti ai nastri di partenza di Viale Venezia nella città di Brescia partiranno 20 equipaggi in meno, per un totale di 430 vetture, al posto delle solite 450. Il Costruttore automobilistico maggiormente rappresentato è Alfa Romeo, forte di ben 44 vetture, subito dopo troviamo Jaguar con 35 auto, Fiat con 33 modelli ed infine Mercedes e Lancia rappresentate entrambe da 29 vetture.

Il rigido regolamento prevede che possano partecipare alla Mille Miglia solo le vetture che hanno preso il via ad almeno una delle ventiquattro edizioni di velocità della celebre corsa che si sono disputate dal 1927 al 1957. Il totale di queste auto sono 95 e a queste ultime si aggiungono 12 vetture appartenenti alla Special List, ovvero una particolare categoria dedicata alle vetture di “particolare interesse storico o sportivo”. La Mille Miglia è composta anche da eventi collaterali che vedranno come protagoniste ben 130 moderne supercar che parteciperanno al Ferrari Tribute to 1000 Miglia ed al Mercedes Benz 1000 Miglia Challenge.

La Mille Miglia 2019 non è solo la rievocazione storica di una celebre corsa, considerando che il passaggio di questa manifestazione da splendidi borghi, città e strade permette di scoprire le meraviglie che ci riserva la nostra incantevole penisola ed esalta ulteriormente lo spirito dell’evento.

Gli equipaggi che troveremo al via provengono da ben 33 paesi sparsi in tutto il globo, con l’Italia che continua ad essere la nazione più rappresentata alla corsa (303 partecipanti), seguiti dai cittadini dei Paesi Bassi con 133 olandesi al via, mentre al terzo posto c’è la Germania con 86 partecipanti, seguiti a ruota da 74 persone arrivate dal Regno Unito. Gli Stati Uniti risultano in aumento con 62 persone partecipanti, il Belgio si è piazzato dietro con 52 persone, 29 dalla Svizzera, 16 dal Giappone, mentre dal Lussemburgo arrivano 12 partecipanti e dall’Argentina 10.

Altri contenuti su