Renault: Carlos Ghosn si è dimesso

Con le dimissioni di Ghosn si chiude un’era per Renault, che cambia governance nominando Senard presidente e Bolloré amministratore delegato.

Esattamente come previsto nella giornata di ieri, Carlos Ghosn ha rassegnato le dimissioni dalla carica di presidente e amministratore delegato che ricopriva in Renault. Sono state quindi decisive le pressioni esercitate dal governo francese, che si conferma un interlocutore di peso all’interno delle strategie della Régie per via della quota detenuta nel suo capitale.

Il consiglio d’amministrazione di Renault ha accettato le dimissioni che Ghosn ha inviato tramite una lettera nella giornata di ieri. Al posto del manager brasiliano sono stati scelti l’ex numero uno di Michelin, Jean-Dominique Senard, che è stato nominato presidente e direttore del CdA, mentre Thierry Bolloré è il nuovo amministratore delegato.

Per il ruolo di AD è stata quindi preferita una soluzione interna, in quanto Bolloré era già in forze all’azienda francese e non a caso aveva rilevato le deleghe operative in mano a Ghosn subito dopo il suo arresto in Giappone.

L’era del dirigente brasiliano porta Renault a un nuovo assetto della governance, sdoppiando la carica di presidente e amministratore delegato che nel recente passato erano state affidate alla sola figura di Ghosn.

Renault Megane RS Trophy-R Vedi tutte le immagini
Altri contenuti