RC auto: per 3 milioni di italiani è un optional

Secondo i dati del ministero dello Sviluppo economico, in Italia vi sarebbero 3 milioni di veicoli che circolano senza copertura assicurativa.

Secondo i dati del ministero dello Sviluppo economico, in Italia vi sarebbero 3 milioni di veicoli che circolano senza copertura assicurativa.

In Italia ci sarebbero 3 milioni di automobilisti per i quali le tariffe dei premi RC auto sono davvero basse. Anzi: addirittura “gratuite”. Già, perché questo piccolo esercito, guida sulle strade della penisola senza copertura assicurativa o con il contrassegno contraffatto, con rischi elevatissimi (per sé e per la controparte) in caso di sinistro con colpa.

A dirlo è il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, che ne ha parlato alla Camera e ha promesso che lavorerà allo scopo di ridurre il costo delle polizze agendo in particolare sulla riduzione delle frodi mediante la creazione di un organismo ad hoc.

Il ministro ha poi detto che un altro modo per portare all’abbassamento del prezzo dei premi è quello di tenere a disposizione il veicolo danneggiato per un certo numero di giorni per consentire ispezioni e perizie e l’eventuale prolungamento della liquidazione del sinistro se c’è un sospetto di frode. Necessarie anche novità sui risarcimenti per danni alle persone: per le lesioni gavi, un regolamento mentre per quelle “minori” occorre rendere operative le commissioni regionali miste recentemente istituite.

Per Romani è “assolutamente prioritario affrontare questi problemi” e per questo già nei giorni scorsi ha incontrato delegazioni dell’Isvap e dell’Ania.

Altri contenuti