Dakar: l’edizione 2019 si correrà solo in Perù

E’ stato diramato il calendario della Dakar 2019, che per la prima volta nella sua storia si svolgerà in un solo Stato, il Perù. Partenza il 6 gennaio, conclusione il 17.

E’ stato ufficializzato il calendario che riguarderà la prossima edizione della Dakar 2019, che dopo una combattuta e spettacolare edizione 2018, torna in Sud America, ma stavolta sarà limitata solo all’aspro e impervio suolo del Perù. Si tratta della prima volta nella storica di questa competizione motoristica, che il tutto rimarrà circoscritto ai confini di un singolo Paese. Il celebre rally-raid avrà inizio il 6 gennaio, con partenza da Lima per concludersi 10 giorni dopo nella stessa capitale e si snoderà su un percorso di più di 5.500 km, il 70% dei quali composto da dune e deserto. Gli equipaggi iscritti arrivano a 334, con 167 fra moto e quad, 126 auto e 41 camion.

Etienne Lavigne, il direttore di gara, ha così descritto il percorso che gli equipaggi dovranno affrontare il prossimo gennaio: “L’edizione 2019 della Dakar proporrà una serie di tratti difficili e ostacoli che potrebbero rendere la gara epica. Il percorso sarà davvero difficile, tecnico e logorante dal punto di vista fisico: i chilometri si faranno sentire, sembreranno molti di più, anche il doppio o il triplo”.

Anche Stephane Peterhansel, 13 vittorie alla Dakar fra moto (6) e auto (7) ha detto la sua riguardo alla composizione della Dakar 2019: “Sarà una Dakar più breve ma più intensa, ci sono grandi dune e si può perdere un sacco di tempo per un insabbiamento: servirà tempo per leggere il campo, capire e trovare i passaggi giusti”. Il vincitore dell’ultima edizione della Dakar, Carlos Sainz, sarà di nuovo ai nastri di partenza per difendere il titolo, e ha così commentato il percorso che dovrà affrontare: “C’è tanta sabbia, puoi perdere tempo dietro qualsiasi duna: la particolarità della sabbia e del deserto è che ci possono essere sorprese ogni giorno e alla Dakar non c’è un palcoscenico tranquillo, devi essere super attento e avere un po’ di fortuna”.

Il percorso completo:

6 gennaio: Podio di partenza a Lima
7 gennaio: tappa 1, Lima-Pisco (331 km, 84 di speciale)
8 gennaio: tappa 2, Pisco-San Juan de Marcona (554 km, 442 di speciale)
9 gennaio: tappa 3, San Juan de Marcona-Arequipa (799 km, 331 di speciale)
10 gennaio: tappa 4 (Marathon), Arequipa-Moquegua (511 km, 352 di speciale per le moto e i quad) e Arequipa-Tacna (664, 352 di speciale per vetture, camion e SxS).
11 gennaio: tappa 5 (Marathon), Moquegua-Arequipa (776 km, 345 di speciale per moto e quad) e Tacna-Arequipa (714 km, 452 di speciale per auto, camion e SxS).
12 gennaio: giorno di riposo ad Arequipa.
13 gennaio: tappa 6, Arequipa-San Juan de Marcona (839 km, 317 di speciale per moto e quad, 810 km, 291 di speciale per auto, camion e SxS).
14 gennaio: tappa 7, San Juan de Marcona-San Juan de Marcona (387 km, 323 di speciale).
15 gennaio: tappa 8, San Juan de Marcona-Pisco (576 km, 361 di speciale).
16 gennaio: tappa 9, Pisco-Pisco (410 km, 313 di speciale per moto, quad, vetture e SxS, 408 km, 311 di speciale per i camion).
17 gennaio: tappa 10, Pisco-Lima (358 km, 112 di speciale).

I Video di Motori.it

Nuova Opel Astra: le novità del restyling

Altri contenuti