Mercedes 300SL: il mito diventa digitale e aperto a tutti

Francesco Giorgi
20 Ottobre 2018
mb-classicgarage_concorso_2018

Già leggenda di Stoccarda, oggi la “Gullwing” del 1954 è… alla portata di tutti: ovviamente in senso virtuale; il concorso “MB Classic Garage” permette di costruirsi il proprio esemplare e partecipare ad un contest.

Sempre più centrale nel costume, il comparto “vintage” può all’occorrenza assumere un ruolo di trait d’union fra la tradizione ed il futuro delle rispettive Case costruttrici, che individuano nella propria storia le tappe fondamentali di un percorso industriale, oggi – in virtù delle più recenti iniziative di promozione – via via indirizzato non più esclusivamente alla platea dei “connoisseur”, ma ad un più vasto pubblico giovane e potenzialmente interessato all’expertise del marchio.

In questo senso, Daimler AG non rappresenta alcuna eccezione; lo conferma, in queste ore, il via ad un progetto di “officina virtuale” che permette a tutti gli enthusiast di costruirsi da se la propria vettura, seguendone le varie fasi del processo di produzione: individuazione dei componenti, loro assemblaggio, montaggio dei gruppi ruota, dei monogrammi identificativi del modello specifico e, al termine, l’inserimento degli organi di guida, di trasmissione degli arredi interni.

Tutto ciò si concretizza con il concorso “MB Classic Garage”, progetto ideato da Mercedes-Benz Italia e che verrà presentato nei prossimi giorni, in occasione di “Auto e Moto d’Epoca 2018”, rassegna di motorismo storico in programma a PadovaFiere da giovedì 25 a domenica 28 ottobre, e che per ampiezza dei padiglioni espositivi, partecipazione dei big player di mercato e di settore e numero di presenze rappresenta uno degli eventi “a tema” di primo piano a livello internazionale.

Attraverso il contest online “MB Classic Garage”, indica Mercedes-Benz Italia, a tutti gli utenti viene data la possibilità di costruire la propria Mercedes d’epoca, come se fosse un puzzle. Per l’occasione, il modello scelto è una delle vetture-simbolo nella ultracentenaria storia industriale della Stella a Tre Punte: Mercedes 300SL, la leggendaria coupé biposto dal telaio in sottile traliccio di tubi opera della “matita” di Rudolf Ulenhaut, dal motore a sei cilindri in linea ad iniezione diretta sviluppata insieme a Bosch e – autentica icona di tutti i tempi – dall’inconfondibile apertura delle porte “ad ala di gabbiano” (che gli appassionati anglosassoni ribattezzarono immediatamente “Gullwing”), prodotta in 1.400 unità (serie W198 I) dal 1954 al 1957, 29 delle quali in configurazione “corsa” (versioni alleggerite con porte e cofani in alluminio), più 1.858 esemplari cabriolet (W 198 II) dal 1958 al 1953.

Gli utenti, collegandosi online (fino all’11 novembre) al sito Web mbclassicgarage.it, potranno rivivere il fascino di Mercedes 300SL in formato 3D, costruendola da zero e personalizzandone gli atout di immagine e l’ambiente circostante. Nel dettaglio, la costruzione “virtuale” della propria Mercedes 300SL si articolerà su tre fasi: il primo step sarà dedicato all’assemblaggio di motore, sterzo e trasmissione; il secondo momento riguarda il montaggio di ruote, porte e della “Stella”; la fase finale sarà relativa all’inserimento di volante, cambio e sedili.  In palio per tutti i partecipanti un corso AMG Winter Sporting per due persone a bordo dei modelli high performance Mercedes-AMG.

“L’heritage rappresenta un elemento di grande valore per il nostro Marchio, che si rivolge sempre più ad pubblico giovane – osserva Mirco Scarchilli, responsabile Marketing Experience Communication di Mercedes-Benz Italia – Attraverso questo nuovo progetto, così come in tante attività che abbiamo sviluppato nel corso delle passate edizioni della Mille Miglia, vogliamo far vivere alle nuove generazioni, sempre più digitali e aperte alle nuove tecnologie, la passione dei propri genitori, perché il futuro è la nostra storia”.

Seguici anche sui canali social

I Video di Motori.it

Mercedes Classe C 2021

Annunci Usato

Ti potrebbe interessare anche

page-background