Rallycross: a Kristoffersson e VW Polo R Superstar il titolo mondiale WRX

Già campione 2017, il portacolori PSRX Volkswagen Sweden ha fatto suo il secondo titolo Piloti consecutivo. Volkswagen “schiacciasassi”: ora si punta al titolo Costruttori ed al secondo posto per Petter Solberg.

Con la vittoria ottenuta in occasione dell’appuntamento di Austin (Texas) con la “tappa” statunitense del FIA World Rallycross Championship 2018, lo svedese Johan Kristoffersson ha chiuso in anticipo i giochi (al completamento di stagione mancano due weekend di gare) e si è aggiudicato, per la seconda volta consecutiva, il titolo mondiale di specialità: una corona iridata che, peraltro, conferma il ruolo-schiacciasassi di Volkswagen, che con Polo R Supercar da 570 CV (qui un nostro approfondimento tecnico) sviluppata dalla Divisione Volkswagen Motorsport (guidata da Sven Smeets) appositamente per la spettacolare disciplina, ha ottenuto in due stagioni ben 22 vittorie, suddivise fra i successi del neo-bicampione del mondo Kristofferson ed il compagno di squadra Petter Solberg.

Il trentenne di Arvika, non sazio di successi, ha inoltre raddoppiato i propri titoli assoluti: subito prima di volare ad Austin, nell’inedito tracciato ricavato nel complesso già sede del GP di F1, aveva già fatto sua la serie TCR Scandinavia, in quella occasione al volante della Volkswagen Golf GTI TCR.

Il ruolino di marcia del velocissimo svedese nella stagione 2018 del Mondiale FIA Rallycross, del resto, è di quelli che non lasciano alcun dubbio sulla superiorità dei valori in campo: ben nove vittorie riportate quest’anno (e due in più del precedente record di sette primi posti ottenuti nel 2017); in diciotto occasioni il portacolori del team PSRX Volkswagen Sweden è risultato il più veloce nelle qualifiche (anche in questo caso, il precedente primato di 16 è stato superato); in media, lo “score” ad ogni tappa WRX è stato di 28,1 punti: una cifra che sfiora i 30 punti totali a disposizione. Dati alla mano, la classifica del FIA Rallycross Championship 2018 parla chiaro: con 281 punti nel proprio carnet, un vantaggio di 77 lunghezze sul secondo classificato ad Austin, il connazionale Mattias Ekström e contando sul fatto che nei due appuntamenti che concluderannola stagione iridata 2018 non sarà possibile ottenere più di 60 punti, Johan Kristoffersson è matematicamente campione del mondo della entusiasmante disciplina che da mezzo secolo conta migliaia di appassionati in molti Paesi (Europa in primis, ma anche Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica, USA) e, seppure in misura un poco inferiore, in Italia: nel nostro Paese vi si tenne in più occasioni la “tappa” italiana dell’Europeo (pista di Gropello Cairoli fra gli anni 70 e i primi anni 80; crossodromo di Maggiora in anni più recenti).

“Sta andando tutto alla perfezione per me. Di recente, la qualità nel Campionato Mondiale di Rallycross è molto aumentata e per questo è divertentissimo gareggiare in questa serie. Un enorme grazie va a Petter, a Pernilla e a tutto il team PSRX Volkswagen Sweden che mi hanno sempre supportato in modo fantastico. E, ovviamente, alla Volkswagen Motorsport che fornisce a me e a Petter la migliore automobile del campionato, la Polo R Supercar”, ha dichiarato sul podio il trentenne svedese. Una affermazione alla quale fanno eco le parole del numero uno di Volkswagen Motorsport: “Congratulazioni a Johan per la fantastica stagione! Non credevo sarebbe stato capace di migliorare la sua prestazione dell’anno scorso. È davvero un grande campione”, afferma Sven Smeets.

Johan Kristoffersson, “figlio d’arte”, ha ereditato la sua passione per le competizioni (e per il Rallycross in particolare) dal padre Tommy, uno dei grandi nomi della specialità fra gli anni 80 e 90 (fu terzo nell’Europeo 1993). Oggi Tommy Kristoffersson è uno dei confidenti più intimi di Johan, e gli fa da spotter durante le gare di Rallycross. È anche a capo del team di famiglia, il Kristoffersson Motorsport, con cui il talentuoso Johan ha vinto titoli nella Porsche Carrera Cup Scandinavia, nel Campionato Turismo Scandinavia (STCC) e nel successivo TCR Scandinavia.

Adesso, la sfida che attende il team PSRX Volkswagen Sweden è rivolta ad agguantare il titolo Costruttori: i riflettori sono puntati sul tracciato dell’Estering, nei pressi di Amburgo, per l’undicesima tappa del Mondiale Rallycross che si disputerà sabato 13 e domenica 14 ottobre. La classifica Costruttori vede, attualmente, la squadra campione in carica 2017 con 79 punti di vantaggio sulla seconda classificata EKS Audi Sport. Dal canto suo, l’esperto Petter Solberg ha la possibilità di aggiudicarsi il secondo posto finale Piloti: il quarantatreenne è attualmente terzo nella classifica parziale, ad appena due punti dal secondo.

Volkswagen Polo R Supercar WRX 2018: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

MIMO 2021: intervista a Andrea Levy

Altri contenuti
Suzuki: le novità al MIMO 2021
Auto Ibride

Suzuki: le novità al MIMO 2021

La presenza del marchio di Hamamatsu al Milano Monza Motor Show 2021 si incentra sulle proposte ad alimentazione ibrida e su moto (ci sarà anche Marco Lucchinelli) e Marine: spazio anche al motorsport con Swift Sport R1 ed alle concept con il prototipo Suzuki Misano dello IED.