Formula 1, Spa-Francorchamps: addio alla Force India

In Formula 1 la Sahara Force India esce di scena: il cambio di proprietà prevede l’annullamento dei punti nel Costruttori. Il nuovo team si chiamerà Racing Point Force India.

La notizia è di quelle roboanti per la Formula 1: la Sahara Force India, team anglo-indiano sommerso dai debiti e acquistato da pochi giorni da una cordata di imprenditori capitanata da Lawrence Stroll, il padre di Lance, pilota Williams, sarà ai nastri di partenza sul circuito di Spa-Francorchamps, ma di fatto non esiste più. Sono stati infatti eliminati tutti i punti conquistati per la classifica costruttori, fino ad adesso, dal duo di piloti Sergio Perez e Esteban Ocon. Le due monoposto continueranno ad avere la tipica livrea rosa, bianco e blu, ma gli sponsor non saranno applicati sulle carrozzerie, dopo la decisione presa dalla FIA, che ha accettato di lasciar correre le vetture precedentemente appartenenti alla Force India, ma solo dopo un azzeramento totale di ciò che aveva ottenuto il precedente team, poiché di fatto la vecchia squadra si è ritirata, lasciando spazio alla nuova in seguito al cambio di proprietà. Adesso il nuovo acquirente risponde al nome di Racing Point UK Ltd e nel Mondiale di Formula 1 2018 il team continuerà a correre con il nome di Racing Point Force India.

Il nuovo team principal e ceo è Otmar Szafnauer, in Force India dal 2010, che ha rilasciato queste parole: “Voglio ringraziare tutto lo staff per la sua determinazione e lealtà in questo periodo di transizione. Adesso siamo sotto la guida di una nuova proprietà e il futuro della squadra è al sicuro, quindi possiamo concentrarci in ciò che sappiamo fare meglio: correre!”. Questo passaggio di proprietà repentino ha garantito la continuazione del lavoro per oltre 400 dipendenti che sono stati fino ad ora alle dipendenze di Sahara Force India.

Sergio Perez e Esteban Ocon vedono il loro bottino personale conservato, a differenza di quanto invece è accaduto per il team, e già si pensa a lavorare per il 2019, per consentire una competitività sicura anche per la prossima stagione. Il nome del team quasi certamente cambierà, così come la coppia dei piloti. Se da una parte sembra certa la conferma di Sergio Perez, dall’altra ci sarà l’uscita di scena di Esteban Ocon per lasciare spazio a Lance Stroll, figlio dell’imprenditore che ha rilevato la ormai defunta Sahara Force India.

I Video di Motori.it

“L’Ordinario diventa Straordinario” ad Auto e Moto d’Epoca

Altri contenuti