F1 Gran Premio di Germania, qualifiche: furia Vettel!

La Mercedes lascia a piedi Hamilton, ma la Ferrari oggi era troppo veloce per tutti. Vettel non sbaglia nulla e si mette tutti dietro. Raikkonen terzo, secondo Bottas, che in queste circostanze non sbaglia quasi mai!

Lo schieramento di partenza del GP di Germania ci ha regalato due colpi di scena, il primo forse meno eclatante, che vede Ricciardo partire in ultima posizione, ma il secondo, gente…che clamore! Lewis Hamilton partirà quattordicesimo, nel Gran premio di casa della Mercedes, perché il cambio della sua monoposto ha fatto bizze. Pura passione, tenacia, romanticità quella che l’inglese ha regalato a tutti i tifosi e a noi addetti ai lavori: scendeva dalla monoposto, per spingerla, per riportarla ai suoi box, ma il muretto urlava: “spengi tutto Lewis, stop, stop, occhio alla power unit!”.

Intanto ad Hockenheim l’incognita del maltempo si faceva sempre più minacciosa, si aspettavano temporali violenti, quindi in Q2 tutti dentro per garantirsi la qualificazione. Verstappen ci provava con la gomma gialla, tutti gli altri sulla viola (ultrasoft), ma la frenesia veniva interrotta da un fuori pista di Ericcson che poi su asfalto lasciava in eredità tanta ghiaia: bandiera rossa per pulire la pista. Nella seconda sessione i primi 4 (Bottas, Verstappen, Raikkonen e Vettel) non tentavano altri giri veloci, quindi in pista se la giocavano tutti gli altri, con la classifica che premiava Magnussen, Grosjean, Hulkenberg, Leclerc, Sainz e Perez.

Di nuovo semaforo verde, via alla Q3! Tutti in pista a caccia di una pole abbandonata da Lewis, il primo attacco veniva portato da Kimi seguito da Vettel. Furioso il finlandese rosso, primo con un secondo super settore, poi ancora Seb, velocissimo, che scalzava il compagno di squadra di 3 decimi, mentre Bottas, unico capitano Mercedes, posizionava la sua freccia d’argento tra le due Rosse. Dietro si posizionavano Verstappen, Grosjean, Hulkenberg, Magnussen, Leclerc, Sainz e Perez. Ultima chance, Vettel si teneva l’ultimo colpo, il primo “a sparare” era ancora una volta Raikkonen. Bottas intanto andava forte, Kimi si metteva secondo a 8 millesimi da Seb, poi pole position per Bottas, ma il tedesco della Rossa andava via alla velocità della luce e quindi pole position, pole position di Vettel! Dietro di lui un grande Bottas, poi Raikkonen, Verstappen, Magnussen, Grosjean, Hulkenberg, Sainz, Leclerc, Perez.

Altri contenuti
Suzuki: le novità al MIMO 2021
Auto Ibride

Suzuki: le novità al MIMO 2021

La presenza del marchio di Hamamatsu al Milano Monza Motor Show 2021 si incentra sulle proposte ad alimentazione ibrida e su moto (ci sarà anche Marco Lucchinelli) e Marine: spazio anche al motorsport con Swift Sport R1 ed alle concept con il prototipo Suzuki Misano dello IED.