Fca, Marchionne: resterà al suo posto fino alla prossima primavera

Francesco Giorgi
20 Luglio 2018
marchionne-naias-2016-getty-images

Top manager in convalescenza post-operatoria; mercoledì la conference call sul secondo trimestre. Alcuni “rumors” speculavano sul dopo-Marchionne, ma FCA conferma: il successore verrà scelto nelle modalità già indicate.

C’è attesa intorno al futuro di Fca del “dopo-Marchionne”. In queste settimane, il numero uno di Fiat-Chrysler Automobiles, che dopo avere presenziato alla cerimonia di consegna di Jeep Wrangler all’Arma dei carabinieri – avvenuta a fine giugno – sembrava “misteriosamente sparito”, in realtà potrebbe essere in convalescenza per i postumi di una operazione subita ad una spalla (problema del quale il top manager soffriva da tempo), in tutta riservatezza, in una clinica privata svizzera: una indiscrezione inizialmente “lanciata” dal quotidiano online di politica ed attualità Lettera43 e successivamente confermata dagli stessi vertici FCA.

E mentre i riflettori sono puntati sulla sua presenza alla riunione del CdA globale FCA del prossimo 25 luglio, nel quale verranno discussi i risultati del secondo trimestre 2018 dell’”asse Torino-Detroit”, il comparto automotive appare, in queste ore, in grande fermento intorno al futuro del Gruppo: la nomina di un successore di Sergio Marchionne alla guida di FCA, della quale da tempo si discute (fra nove mesi avverrà la sua uscita dal ruolo di CEO di Fiat-Chrysler Automobiles) e intorno al quale, nelle scorse ore, alcune fonti online hanno avanzato qualche ipotesi. Non fosse altro che, appunto, la conference call di mercoledì prossimo è dietro l’angolo, e la figura del top manager di origine canadese è centrale nell’asset FCA: oltre ad esserne amministratore delegato, Marchionne è presidente di Cnh, presidente di Sgs e presidente e CEO di Ferrari. Quest’ultima, inoltre, il 1 agosto discuterà il proprio trimestre davanti agli azionisti (relativamente più “tranquilla”, al momento, appare la data del 6 settembre, in cui sarà la volta di Exxor dove, peraltro, presidente è John Elkann).

Lo scorso 1 giugno, Sergio Marchionne aveva illustrato agli investitori il piano 2018-2022 di Fca, particolarmente ambizioso quanto a programmi di investimento (45 miliardi complessivi) ed a strategie di sviluppo della elettrificazione nella lineup del colosso italo-americano (9 miliardi del totale preventivato verranno “dirottati” verso lo studio di nuovi modelli elettrificati), ed è chiaro che i prossimi quattro-cinque anni assumeranno un’immagine cruciale per il futuro di FCA. C’è, oltre tutto, una notevole attesa per conoscere il futuro produttivo di alcuni impianti Fiat-Chrysler, in special modo quelli italiani (Fiat Punto è stata appena tolta di produzione, così come Alfa Romeo MiTo, e c’è da attendersi che Lancia Ypsilon non sarà eterna): questa “voce”, come era stato espresso di recente, potrebbe essere affrontata dallo stesso Marchionne all’inizio del prossimo autunno. Last but not least, i “rumors” che indicherebbero Hyundai come eventuale interessata ad un agreement con Fiat-Chrysler (il Gruppo coreano, in virtù del fatto di avere il fondo americano Elliott quale azionista “di peso”, possiede alcuni interessi nel nostro Paese: da Tim al Milan).

Sempre secondo Lettera43, il presidente Fca, John Elkann, avrebbe convocato per domani (sabato 21 luglio) un meeting dei massimi vertici mondiali del Gruppo: sul tavolo ci sarebbero una discussione sull’attuale situazione e la redistribuzione delle deleghe dello stesso Marchionne.

Il successore di Sergio Marchionne – e questo è stato più volte ribadito, dallo stesso CEO così come dal presidente John Elkann – sarà in ogni caso scelto all’interno della stessa assemblea. Niente eventuali top manager provenienti dall’esterno, dunque: e questo chiuderebbe qualsiasi discussione in merito ad una “voce di corridoio” che indicava l’ex numero uno di Vodafone Vittorio Colao in qualità di “futuro amministratore delegato Fiat-Chrysler”. I vertici del Gruppo hanno smentito questa ipotesi, bollandola come priva di fondamento: “E’ destituita di ogni fondamento la notizia, diffusa da Dagospia, secondo cui Vittorio Colao dovrebbe sostituire Sergio Marchionne, recentemente sottoposto a una operazione chirurgica, alla guida di Fca”.

Seguici anche sui canali social

img_pixel strip_agos

Annunci Usato

  • bmw-116-d-5p-business-advantage-vetri-privacy-cl-17-navi
    29.400 €
    BMW 116 d 5p. Business Advantage VETRI PRIVACY CL 17 NAVI
    Diesel
    14.500 km
    02/2020
  • seat-ibiza-1-0-75-cv-5p-connect
    8.900 €
    SEAT Ibiza 1.0 75 CV 5p. Connect
    Benzina
    49.700 km
    02/2016
  • peugeot-expert-bluehdi-120-ss-pc-tn-combi-compact
    31.900 €
    PEUGEOT Expert BlueHDi 120 S&S PC-TN Combi Compact
    Diesel
    2.570 km
    01/2022
  • smart-fortwo-70-1-0-twinamic-passion-jblv-opaca
    12.990 €
    SMART ForTwo 70 1.0 twinamic Passion *JBL*V.OPACA*
    Benzina
    79.000 km
    01/2017
  • smart-fortwo-electric-drive-passion-navi
    13.500 €
    SMART ForTwo electric drive Passion Navi
    Elettrica
    22.000 km
    02/2019
  • mercedes-benz-a-180-cdi-automatic-night-edition
    17.500 €
    MERCEDES-BENZ A 180 CDI Automatic Night Edition
    Diesel
    109.000 km
    09/2015
  • renault-scenic-1-5-dci-95cv-ss-energy-life-2
    13.500 €
    RENAULT Scenic 1.5 dCi 95CV S&S Energy Life
    Diesel
    136.000 km
    02/2018
  • jeep-renegade-1-6-mjt-business-120cv-cambio-automatico
    20.900 €
    JEEP Renegade 1.6 mjt Business 120cv cambio automatico
    Diesel
    61.470 km
    04/2018
  • ford-fiesta-5p-1-1-85cv-plus-tetto-apribile
    11.300 €
    FORD Fiesta 5P 1.1 85CV Plus Tetto apribile
    Benzina
    46.000 km
    03/2018

Ti potrebbe interessare anche

page-background