Formula E: Vergne è il campione 2018

Il pilota francese sale sul tetto del mondo a New York conquistando il campionato di Formula E 2018 nel giorno della doppietta Audi.

Chissà cosa stava pensando Lucas Di Grassi mentre tagliava il traguardo di gara 1 nell’appuntamento di New York del campionato di Formula E davanti al compagno di squadra ABT. L’Audi è palesemente diventata da qualche gara la monoposto da battere, e se non ci fossero stati gli inconvenienti di inizio stagione lui avrebbe potuto conquistare un altro titolo nel mondiale delle vetture ad impatto zero.

L’altro ex-campione, Buemi, è arrivato appena dietro le monoposto dei Quattro Anelli con la sua Renault e.dams, mentre Vergne, quinto alle spalle di un validissimo Dillmann, era il più contento di tutti, perché Sam Bird, l’altro pretendente al titolo 2018, era solamente nono dopo la bandiera a scacchi, quindi il francese della Teecheetah ha potuto laurearsi campione del mondo 2018 proprio come la Francia al mondiale di calcio in Russia.

Come sempre, non sono mancati i sorpassi, con Lotterer, Vergne e Bird protagonisti, e il contatto tra i due piloti Audi nelle delicate fasi finali della corsa. Potremo anche sottolineare che Heidfeld è arrivato sesto davanti a Lotterer sovvertendo le gerarchie in Casa Mahindra, e che la classifica si è chiusa con Engel in ottava posizione davanti a Bird e Prost.

Ma quello che conta è che la Teecheetah ha vinto la sfida con i grandi costruttori grazie ad una monoposto che è riuscita ad assecondare due guide sopraffine come Vergne e Lotterer, sempre interessanti da vedere e capaci di mettere in difficoltà qualunque avversario.

Certo, l’anno prossimo con le nuove monoposto e nel prossimo futuro con gli altri grandi nomi in arrivo non sarà facile, ma intanto un titolo piloti è finito nella bacheca di questo team.

Altri contenuti
Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.