Peugeot Competition Rally 2018: il Casentino va al ticinese Buhler

La classica gara che si svolge a nord di Arezzo ha visto la vittoria del promettente pilota svizzero. Avvicendamento ai vertici di classifica: il leader è, ora, il parmense Marco Leonardi. Ora si va a Lucca.

Il monomarca Peugeot Competition Rally 208, che si disputa su nove gare italiane più una riserva, inalbera la bandiera rossocrociata, pur mantenendo l’idioma italico. È, in estrema sintesi, il risultato del Rally del Casentino 2018, andato in scena lo scorso weekend come quinta “tappa” stagionale con la serie dedicata a Peugeot 208 R2B: il classico rally che si disputa nel montuoso e boschivo territorio della provincia settentrionale di Arezzo ha visto la vittoria del giovane ticinese Niki Buhler, portacolori del Lugano Rally Team. Buhler, in coppia con Gabriele Zanni, è risultato il più veloce nella prova-spettacolo del venerdì sera; ed ha dato prova di assoluta competitività esprimendosi al meglio nella  prova speciale conclusiva – la lunghissima Talla, di ben 36 km -, salendo così al vertice del plotone di “leoncini”.

Il Casentino 2018, che aveva inoltre validità per l’IRCup, ha altresì contrassegnato un passaggio di consegne ai “piani alti” della classifica parziale Peugeot Competition Rally 208: dopo Tommaso Ciuffi e Giacomo Guglielmini, il nuovo leader è il parmense Marco Leonardi. Quest’ultimo, dal canto suo, ha iniziato non certo al meglio il proprio Casentino: una foratura lo ha fatto precipitare in classifica, impedendogli di fatto qualsiasi possibilità di successo finale. Tuttavia, l’esperto driver di Parma ha scavalcato Guglielmini, in classifica parziale, seppure di un solo punto.

Rally del Casentino rocambolesco per Tommaso Ciuffi: partito con i galloni di favorito della vigilia, il pilota toscano ha inizialmente rispettato le previsioni, per poi perdere più di quattro minuti, ed anche la leadership parziale, a causa di uno “svarione” in un fosso; alla fine, Ciuffi, dopo una rimonta personale ed alcuni colpi di scena finali, ha concluso al quarto posto fra i trofeisti ed al settimo di categoria. Da segnalare la disavventura occorsa a Lorenzo Ancillotti: vincitore della Power Stage davanti a Mirco Straffi ed allo stesso Ciuffi, sembrava destinato ad imporsi fra gli equipaggi del Trofeo, salvo danneggiare la propria vettura sulla “piesse” di Talla, perdendo oltre un minuto e consentendo al ticinese Niki Buhler di agguantare la vittoria finale. Ritirati Giacomo Guglielmini e Mirco Straffi, ed entrambi nella quinta “speciale”.

Dopo il Rally del Casentino, che costituiva il quinto appuntamento stagionale con la serie monomarca, la classifica del Peugeot Competition Rally 208 2018 vede al comando Marco Leonardi, a quota 53 punti, seguito ad una sola distanza da Giacomo Guglielmini; terzo posto parziale per Tommaso Ciuffi. Di seguito la graduatoria attuale: 1. Marco Leonardi 53 punti; 2. Giacomo Guglielmini 52; 3. Tommaso Ciuffi 41; 4. Mirco Straffi 39; 5. Niki Buhler 36; 6. Lorenzo Ancillotti 27; 7. Alessandro Zorra 15; 8. Gianluca Caserza 14; 9. Milko Pini 12; 10. Davide Craviotto 8; 11. Luca Antonelli 6; 12. Mattia Targon 3.

La carovana del Peugeot Competition Rally 208 2018 rimane in Toscana, per un’altra “classicissima” delle corse su strada. Archiviato il Casentino, ci si sposta… un po’ più a ovest per la disputa dell’edizione numero 53 della Coppa Città di Lucca, in programma venerdì 27 e sabato 28 luglio. La competizione che da sempre ricalca parte del percorso garfagnino del Rally del Ciocco, rimane uno degli ultimi rally in Italia a disputarsi “alla luce dei fari”: tradizione della Coppa Città di Lucca è, infatti, la sua collocazione “in notturna”, format particolarmente apprezzato dagli appassionati più “tradizionalisti”. I successivi impegni del monomarca Competition Rally 208 si terranno in Sicilia (Rally del Tirreno, 12 agosto), Lombardia (Coppa Valtellina, 9 settembre), Piemonte (Rally del Rubinetto, 30 settembre); riserva, il 21 ottobre, al Trofeo Maremma.

Per l’attribuzione dei punteggi di gara (rivolti ai soli iscritti in base alla rispettiva posizione nei primi 10 della classifica di classe R2B del rally secondo “scaletta” decrescente 15-12-10-8-6-5-4-2-1), vengono ritenuti utili i quattro migliori risultati di gara, con i due più alti ottenuti nelle gare dell’IRCup (i già disputati Lirenas, Taro e Casentino, e il Coppa Valtellina in programma a settembre) considerati con coeff.2; gli altri due risultati a coeff. 1 saranno i migliori ottenuti fra le altre gare del calendario. A completare il punteggio totale utile per la classifica finale, i punti ottenuti in tutte le Power Stage (3, 2, 1 ai primi tre tempi) indette in ciascuno dei soli quattro rally dell’IRCup Pirelli. I premi gara sono quelli previsti dalla IRCup nelle proprie gare (indicativamente, ai primi tre classificati vanno 2.500, 1.500 e 1.000 euro). Di rilievo il valore dei premi finali studiati dal “tandem” Peugeot Italia e Pirelli, da sempre partner nelle serie monomarca del marchio del Leone: nel 2018 disporrà di una dotazione di ben 50 pneumatici Pirelli, ampiamente sufficiente per una intera stagione a livello nazionale. Al secondo classificato ne spetteranno 20, al terzo 10.

Peugeot Competition Rally del Casentino 2018: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021
News

Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.