Audi RS6-E Hybrid Concept by Abt: superwagon ibrida da oltre 1.000 CV

Potenza “monstre” per Audi RS6 Avant, che di serie arriva a 605 CV: la factory sveva ha progettato un kit di potenziamento che con un motore elettrico supplementare aggiunge più di 400 CV.

Fra le aziende specializzate in elaborazioni aftermarket che riservano un ruolo di primo piano alla produzione Audi c’è Abt, factory di Kempten (Svevia) del resto da sempre legata a filo doppio con la gamma di Ingolstadt. A pochi giorni dalla presentazione di una propria “interpretazione” su base Audi RS3 berlina (intervento che porta la potenza del 2.5 TFSI a 500 CV e che segue, in linea temporale, precedenti progetti sviluppati dal tuner svevo (la Sportback da 500 CV , la berlina e Sportback da 460 CV), in queste ore Abt svela un progetto “estremo” nel proprio genere quanto interessante dal punto di vista dello sviluppo hi-tech rivolto all’impostazione meccatronica.

Si tratta di Audi RS6-E Hybrid Concept: più che un intervento di “tuning”, in questo caso si può avanzare un “progetto di re-engineering”, essendo dedicato ad un sostanziale stravolgimento dell’unità di propulsione di Audi RS6, edizione “vitaminizzata” di Audi A6 che, con una potenza massima che arriva a 605 CV (versione 4.0 TFSI quattro Performance con cambio Tiptronic) ed una velocità di punta nell’ordine di 305 km/h, nella configurazione in corrente vendita rende l’immagine della “wagon” di Ingolstadt pienamente in linea con i valori prestazionali delle più potenti GT.

L’intervento Abt Sportsline, in questo caso, è “totale” nonché adeguato ai più recenti sviluppi della tecnologia automotive in fatto di elettrificazione: non c’è soltanto la “normale cura” all’elettronica di gestione, così come allo scarico ed all’assetto; quanto un aggiornamento che, per ottenere una potenza di oltre 1.000 CV, si concretizza con l’adozione di un motore elettrico supplementare. Una modifica – o meglio: un’aggiunta – che “ibridizza” Audi RS6 e le regala un’allure hi-tech di assoluto rilievo.

Nel dettaglio, l’unità a zero emissioni aggiuntiva, collocata in corrispondenza del retrotreno di Audi RS6 ed a sua volta alimentata da una batteria agli ioni di litio da 13,6 kWh, è in grado – quando attivata: ciò avviene per mezzo di un pulsante comandabile dal conducente – di “sprigionare” una potenza nell’ordine di ben 1.018 CV ed una forza motrice da 1.291 Nm di coppia massima. Come dire, in termini di “cavalleria”, qualcosa come 413 CV in più in rapporto ad Audi RS6 in listino. In questa configurazione, ovvero con l’azione  combinata del motore “termico” (a sua volta “riveduta e corretta” nell’elettronica di gestione, attraverso l’adozione di un programma di rimappatura specifico e di un sistema di scarico ad hoc) e dell’unità a zero emissioni, Audi RS6-E Hybrid Concept mette su strada valori prestazionali “da urlo”: 320 km/h di velocità massima e, soprattutto, un tempo di appena 3”3 per lo scatto da 0 a 100 km/h.

Abt Sportsline, oltre alla completa trasformazione del sistema di propulsione per Audi RS6, ha studiato per questo prototipo RS6-E Hybrid Concept uno specifico bodykit in fibra di carbonio – formato da splitter anteriore,”minigonne” laterali sottoporta, esclusive feritoie ai parafanghi, uno spoiler posteriore ed un ampio diffusore inferiore -, un set di cerchi da 21” progettati appositamente, ed una livrea in verde e nero per la carrozzeria. L’assetto, a sospensioni regolabili, viene fornito da H&R. Più avanti si saprà se il progetto Audi RS6-E Hybrid by Abt Sportsline avrà un seguito commerciale.

Altri contenuti