WRC: Citroen fa il punto dopo il Rally di Portogallo 2018

Il direttore di Citroen Racing, Pierre Budar, fa il punto sulle condizioni del team francese dopo il Rally di Portogallo 2018.

Un sesto e un settimo posto più un ritiro, per fortuna senza danni a pilota e navigatore: si è concluso così il Rally di Portogallo 2018 di Citroen. Per la casa francese è stato un appuntamento caratterizzato da ben tre forature e dallo “scomodo” ruolo di apripista riservato ai suoi portacolori, costretti a correre in rimonta nel tentativo di limitare i danni in attesa del riscatto che potrebbe arrivare il prossimo 10 giugno al Rally di Sardegna.

Il sesto appuntamento del campionato WRC si era aperto bene per il team Citroen Total Abu Dhabi WRT, che in terra lusitana si era presentato con un Kris Meeke in gran spolvero, tanto da essere terzo ad appena 2”2 dal leader fin dalla prima speciale, arrivando perfino a salire in vetta nella tappa successiva.

Craig Breen era invece riuscito a conquistare lo scratch nella PS 6, proprio quando Meeke subita la prima di due forature che lo hanno definitivamente allontanato dalle zone alte della classifica. Il tutto accadeva poco prima dell’incidente che nella Prova Speciale 12 ha poi definitivamente messo fine al suo rally.

Da notare che anche Breen, come il compagno di team, era stato penalizzato da una perdita di pressione agli pneumatici per i danni provocati dai numerosi sassi presenti sul percorso. Note positive sono invece arrivate da Mads Ostberg, che si è ben comportato al debutto stagionale su terra dando modo alla squadra di immagazzinare dati e lavorare per sfruttare al meglio l’esperienza fatta in Portogallo.

A fare il punto della situazione è stato il direttore di Citroen Racing, Pierre Budar, che ha sottolineato: “Le tre forature del venerdì hanno rovinato completamente la nostra gara. Il regolamento prevede infatti che la classifica in senso inverso definisca l’ordine di partenza del sabato e anche della domenica. Abbiamo quindi dovuto fungere da apripista per due giorni e “pulire” lo strato superficiale di sabbia e ghiaia per gli altri. Senza grip, rimontare in classifica era una mission impossibile. Abbiamo quindi deciso, in previsione del futuro, di lavorare sulle regolazioni della C3 WRC in situazione di scarso grip. Fino alla doppia foratura, Kris era stato in testa alla gara per due volte, e aveva anche siglato due migliori tempi, mentre Craig, anche lui autore di uno scratch, quando ha forato si trovava in terza posizione. Gareggiando ad armi pari con i nostri avversari, eravamo tornati competitivi, con un’affidabilità esemplare”.

A proposito dello spettacolare quanto pericoloso incidente che ha visto protagonisti Kris Meeke e Paul Nagle, Budar ha aggiunto: “Naturalmente siamo dispiaciuti per l’errore di Kris, ma mi rallegro che lui e Paul siano usciti indenni dall’incidente. È la prova che i nostri progettisti fanno un lavoro straordinario per rafforzare sempre di più la sicurezza a bordo delle auto. Ancora una volta Kris è stato molto veloce, ma soprattutto molto a suo agio con la C3 WRC, e questo è importante per il futuro. Mads ha faticato nella fase iniziale per trovare le giuste regolazioni, ma poi ha aumentato il ritmo per sentirsi pronto ad attaccare. Ha utilizzato molto bene questo primo Rally su terra per migliorare il feeling con la sua C3 WRC ed essere pronto per la Sardegna. Infine Craig è rimasto un po’ sulla difensiva prima di trovare il ritmo giusto, segno che la disavventura argentina appartiene ormai al passato. Ha portato a termine perfettamente la sua missione, imparando quanto più possibile dalla poco vantaggiosa posizione di apripista”.

Il direttore di Citroen Racing ha assicurato ai fans che la squadra resterà compatta e unita nonostante le difficoltà incontrate. La consapevolezza della propria forza e delle prestazioni messe in mostra dalle Citroen C3 WRC danno evidentemente fiducia al team francese, che si presenterà in Sardegna con l’ambizione di rivendicare un posto nei piani alti del WRC 2018.

Nuova Citroen C3 2020: immagini ufficiali inedite Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021
News

Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.