Aston Martin: arriva la Vantage da corsa

Avrà esclusivamente il V8 biturbo che sostituirà i precedenti V12 e V8 che trovavano spazio sulla GT3 e la GT4 del passato.

L’Aston Martin non è solamente l’auto di James Bond, sa farsi valere anche in pista, dove è capace di contendere la vittoria a Brand dal pedigree agonistico come Ferrari e Porsche. Non a caso nelle gare destinate alle gran turismo derivate dalla serie, quelle che trovano spazio nelle classi GTE, GT3 e GT4, le vetture inglesi sono sempre protagoniste.

La storia parla di vittorie nei vari campionati internazionali, e il palmares della sportiva britannica annovera anche i titoli nei campionati Blancpain GT Series Endurance Cup ProAM e Blancpain GT Asian Series. Chi non ricorda poi, anche le partecipazioni alla mitica 24 Ore di Le Mans? Un banco di prova difficile per ogni costruttore.

Ebbene, fino ad oggi la Vantage da competizione è stata prodotta in 42 esemplari spinta dal possente V12 nella variante GT3, mentre la GT4, che nasconde sotto il cofano il V8, ha ottenuto ben 124 ordini: non pochi per una vettura da corsa!

Ma la nuova Vantage è tutta un’altra storia, perché si affida unicamente al V8 biturbo da 4 litri che verrà opportunamente adattato ai vari regolamenti a seconda delle categorie. E’ il segno dei tempi, anche se dispiace per il V12, un motore di cui sentiremo tutti la mancanza a cominciare dal sound inconfondibile.

Intanto, per vedere la nuova Aston Martin da corsa sfrecciare tra i cordoli non ci vorrà molto, basterà attendere la gara di Spa del WEC, dove prenderà il via la variante GTE; mentre per le GT3 e GT4 i vari privati che vorranno cimentarsi nelle varie gare internazionali con la sportiva britannica dovranno attendere il 2019.

Aston Martin Vantage Roadster 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.