WRC Argentina: Citroën è pronta alla sfida

Citroën Total Abu Dhabi WRT è pronta alla sfida in Argentina. Il Rally nella terra dei Gaucho è molto insidioso, ma il team francese ha tutte le carte in regola per puntare in alto.

Il gioco comincia a farsi duro, il WRC sbarca in Argentina per uno dei rally più difficili dell’intero calendario, il primo di quattro consecutivi che si correranno sulla terra. Citroën Total Abu Dhabi WRT schiererà per l’occasione tre equipaggi (Kris Meeke/Paul Nagle, Craig Breen/Scott Martin e Khalid Al Qassimi/Chris Patterson) ed è pronta ad una vera battaglia. La C3 WRC per correre nella terra dei Gaucho ha apportato alcune modifiche, come un’evoluzione del ponte posteriore, da poco omologata.

La Provincia di Cordoba, sarà come sempre uno degli snodi cardine del Rally d’Argentina: ogni anno segue con entusiasmo i passaggi delle WRC sulle sue difficili piste. Citroën ha un particolare feeling con questo rally e con questa terra, tanto che nelle ultime tredici edizioni ha portato a casa la posta più alta per ben dieci volte, lo stesso vale per Kris Meeke che qui è arrivato terzo nel 2014 e poi ha vinto l’edizione del 2015, segnando così il suo primo successo nel WRC. Il pilota leader di Citroën Total Abu Dhabi WRT vuole dire la sua su queste speciali a cui è molto affezionato. Anche Craig Breen ha le sue stesse ambizioni: forte del suo secondo posto in Svezia, l’anno scorso aveva fatto intravedere grandi potenzialità per la sua prima gara argentina. Khalid Al Qassimi alla guida della terza C3 WRC, è alla sua prima gara in questa stagione.

Pierre Budar, Direttore di Citroën Racing, ha parlato degli obiettivi di squadra in vista della difficile sfida sudamericana: “L’obiettivo in Argentina sarà quello di salire sul podio, grazie a questo terreno di cui conosciamo bene le caratteristiche. E sappiamo anche che questo rally può essere imprevedibile, in particolare per il suo profilo piuttosto duro. La nuova geometria del ponte posteriore introdotta per l’occasione, risultato dell’incessante lavoro quotidiano per migliorare la nostra C3 WRC, dovrebbe garantire un comportamento ancora più costante indipendentemente dalle diversità della superficie, e quindi dare maggiore fiducia ai piloti. In ogni caso, se Craig ha poca esperienza con questa prova atipica, ha già dimostrato la sua capacità di sorprendere in Svezia, mentre Kris è già stato vincitore, per cui credo che siamo preparati per raggiungere gli obiettivi”

Kris Meeke è il pilota di punta del team ed è intenzionato a far bene, in quello che è uno dei suoi appuntamenti preferiti: “Inizio questa quinta prova del Mondiale con l’intenzione di riprendere il mio ritmo nel campionato, ma è una sfida così grande che è giusto affrontarla con umiltà. Farò del mio meglio, come sempre, ma dovremo fare i conti anche con il meteo. Lo stato del tracciato è spesso condizionato dalle intemperie dei sei mesi precedenti. In ogni caso, è una prova che amo, per la grande varietà di difficoltà che offre, per l’accoglienza che ci riservano i fan locali, sempre molto entusiasti, e poi mi sono sempre sentito a mio agio: su quattro volte, due sono salito sul podio, e una di queste era sul gradino più alto”.

Craig Breen, ha figurato una sola volta in terra argentina ma ha dimostrato di trovarsi molto bene in questo particolare scenario: “Con una sola partecipazione, tra l’altro parziale, e con gli altri concorrenti che conoscono queste crono da anni, temo che la mia mancanza di conoscenza del terreno si farà sentire. Ad ogni modo, mi è piaciuta molto l’esperienza che ho avuto la scorsa stagione e non vedo l’ora di trovarmi alla partenza. Inoltre i miei test preliminari sono stati positivi: era da un po’ che non guidavo la C3 WRC su terra, ed è andata bene, quindi sono fiducioso per questo rally che si preannuncia molto esigente”.

Altri contenuti