Moto GP: ad Austin sesto trionfo consecutivo per Marquez

Il pilota della Honda vince ancora nel gran premio del Texas dove si dimostra imbattibile ma rimane ad un punto da Dovizioso nel mondiale.

Retrocesso in griglia per aver ostacolato Vinales, Marc Marquez è partito senza guidare in maniera sporca in Texas e già dalle prime battute di gara ha mostrato a tutti di avere un ritmo insostenibile per gli altri. Infatti, l’unico che ha cercato di tenerlo occupato è stato Iannone, perché poi Vinales non è riuscito ad impensierire più di tanto il numero 93 che, giro dopo giro, ha salutato la compagnia.

Così, conquistato un margine di relativa tranquillità, Marquez si è limitato ad amministrare il suo vantaggio, mentre dietro la lotta per il podio ha visto duellare Iannone, Vinales e Rossi, con il dottore che inizialmente sembrava tenere il ritmo del compagno di squadra. Poi però, la sua gomma posteriore ha iniziato a scivolare e quella anteriore, come ha spiegato a fine gara, non gli ha fornito il grip necessario per tenere il passo dei due davanti a lui.

Quindi, Vinales ha scavalcato Iannone, ed è salito al secondo posto con Iannone a completare il podio davanti a Valentino che ha chiuso il suo gran premio in quarta posizione. Dietro di lui ha tagliato il traguardo Andrea Dovizioso, il quale, con il quinto posto, diventa il nuovo leader della classifica pilota davanti a Marquez per un solo punto.

Sesto l’arrembante Zarco, battagliero nelle battute iniziali con Rossi, che ha chiuso davanti ad uno stoico Pedrosa, il quale ha corso nonostante la recente operazione al polso. Solamente 11esimo Lorenzo, sempre più in crisi con la Ducati, e preceduto sotto la bandiera a scacchi anche da Rabat, Miller ed Espargaro.

Dalla prossima gara la Moto GP torna in Europa, con circuiti dal grip differente, e vedremo se Ducati e Yamaha riusciranno ad insidiare la Honda, o se Marquez potrà mettersi in fuga per andare da subito a caccia dell’ennesimo mondiale.

 

Altri contenuti
Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.