Michelin Pilot Sport EV2, il debutto a Roma sulle monoposto di Formula E

I nuovi pneumatici Michelin Pilot Sport EV2 sono stati protagonisti durante il primo ePrix di Formula E che si è svolto nel quartiere Eur di Roma.

Nel weekend appena trascorso si è svolto il primo ePrix di Formula E in Italia, per l’esattezza nel quartiere Eur della città di Roma, dove le monoposto elettriche hanno regalato un incredibile spettacolo davanti ad un’enorme folla di appassionati. L’evento di Formula E che si è svolto nella Città Eterna ha segnato anche il debutto delle nuove Michelin Pilot Sport EV2 sulle monoposto a zero emissioni, protagoniste di questo nuovo e appassionato motorsport ecosostenibile.

“Il circuito di Roma non è molto diverso da quello di Parigi e le velocità medie sono molto simili – ha dichiarato Serge Grisin, Responsabile Michelin Formula E che ha aggiunto – Il circuito è essenzialmente formato da curve a 90 gradi, ma presenta anche tratti veloci. La superficie è ricoperta da diverse tipologie di asfalto piuttosto datato, in alcuni punti crepato. Il livello di grip atteso è da basso a molto basso, tuttavia siamo abituati a questo tipo di situazione e non ci preoccupa, pur sapendo che il Michelin Pilot Sport EV2 è al suo debutto su questo tracciato.”

Con i suoi 2850 metri e le sue 21 curve, quello dell’ePrix di Roma è il secondo tracciato più lungo del campionato 2017/2018 di Formula E. Per questi motivi la pista realizzata nel quartiere Eur è stato un campo di prova decisamente interessante per testare le performance e l’efficienza di questo tipo di pneumatici.

I Michelin Pilot Sport EV sono considerati dei pneumatici rivoluzionari nel settore del motorsport per merito delle loro caratteristiche permettono un loro utilizzo sia su asfalto asciutto che bagnato in un range di temperature molto ampio, proprio come nel caso dei pneumatici di serie per uso stradale. Altre caratteristiche che rendono questo tipo di pneumatico simile ad una copertura di serie sono il battistrada intagliato e le dimensioni che risultano pari a 245/40 R18 all’anteriore e 305/40 R18 al posteriore.

Queste similitudini permettono di trasferire in maniera rapida il know how tecnologico accumulato durante le gare di Formula E nelle gomme omologate per un uso stradale. La terza stagione di questo campionato automobilistico ha visto l’introduzione  del Pilot Sport EV2, capace di ottimizzare l’autonomia delle monoposto in gara riducendo del 16% la resistenza al rotolamento. Questo incredibile risultato è stato ottenuto  grazie al minor peso dei pneumatici, pari a 5 kg per ciascun treno, senza ovviamente sacrificare le performance velocistiche delle vetture e del grip offerto dalle gomme.

Altri contenuti