Le vendite vanno bene, Fiat accorcia la cassa integrazione

Gli incentivi rivitalizzano il mercato e Fiat annulla una settimana delle due di cassa integrazione previste a fine mese a Mirafiori

Gli incentivi rivitalizzano il mercato e Fiat annulla una settimana delle due di cassa integrazione previste a fine mese a Mirafiori

.

L’effetto degli incentivi auto si sta facendo sentire e la prima ricaduta positiva arriva da Fiat, che ha annullato la prima settimana delle due di cassa integrazione prevista nello stabilimento di Mirafiori dal 30 Marzo al 5 Aprile.

Il provvedimento interessava circa 5000 lavoratori dell’impianto torinese, fra gli addetti all’assemblaggio di Musa, Idea, Mito, Multipla, Punto e Thesis, ma rimane confermata la seconda settimana di riposo forzato, dal 6 al 10 Aprile per circa 3500 di questi.

Mentre il titolo del Lingotto riparte in borsa dopo i forti ribassi delle settimane precedenti, c’è speranza anche per lo stabilimento di Melfi dove, per far fronte alla forte domanda di Fiat Grande Punto Natural Power, sabato 28 Marzo la produzione verrà aumentata nei primi due turni.

Domani è convocata in sede l’assemblea degli azionisti di Fiat, durante la quale i lavoratori distribuiranno una lettera aperta a Sergio Marchionne nella quale si chiede un incontro in cui definire il futuro degli stabilimenti italiani e si chiedono iniziative di sostegno ai lavoratori in difficoltà.

Pirelli Cinturato per la Fiat 500 storica: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

“Il giorno de La Prima” con Olivier François

Altri contenuti
Stellantis: cambiano i termini della fusione Fca-Psa
News

Stellantis: cambiano i termini della fusione Fca-Psa

Reagire con più forza contro l’emergenza sanitaria; meno dividendo straordinario ai soci Fca, quota del 46% Faurecia a tutti gli azionisti Stellantis, studio di eventuali nuove distribuzioni; invariati tutti gli altri aspetti e la timeline di conclusione.