MotoGP 2018: in Qatar vince Dovizioso. Marquez e Rossi sul podio

Riparte la MotoGP dal Qatar con la vittoria di Andrea Dovizioso su Ducati; sul podio anche Marc Marquez e Valentino Rossi, fresco di rinnovo con la Yamaha.

Ci eravamo lasciati nel 2017 con un duello Marc Marquez – Andrea Dovizioso, concluso all’ultima gara di Valencia col trionfo e incoronamento dello spagnolo, e con i tanti applausi per l’italiano della Ducati. In questa nuova stagione ripartiamo proprio da loro due, protagonisti di questo nuovo campionato di MotoGP, stelle lucenti nella notte del Qatar: Dovi e Marquez. La Ducati era arrivata sulla pista qatariota con i favori del pronostico, ma come sempre la domenica, quando si spengono i semafori, è facile che i pronostici vengano disattesi.

Dovizioso però è ormai un pilota maturo e cosciente di quelle che sono le sue potenzialità e i suoi punti di forza, così il forlivese ha fatto una gara attenta, sapendo sfruttare al meglio le fasi della corsa. Al traguardo Marquez è stato battuto per una manciata di millesimi di secondo, in una sorta di remake di Austria 2017, e l’italiano può finalmente prendersi il gradino più alto del podio che su questa pista gli è sfuggito per troppe stagioni.

Al via però le cose sembravano poter andare diversamente. Spenti i semafori Johann Zarco, scattato dalla pole position, prende il comando della corsa, non lasciandolo per gran parte della corsa e dettando il ritmo fino a pochi giri dalla fine. Dietro di lui si sono alternati Marc Marquez, Valentino Rossi e un trenino composto da Cal Crutchlow, Danilo Petrucci, Alex Rins e Andrea Dovizioso. In difficoltà nelle prime battute, Jorge Lorenzo (che non terminerà la gara per una caduta dovuta ad un problema di freni) e Maverick Vinales. Al giro numero 17 si rompono gli indugi, Andrea Dovizioso passa in testa sverniciando Zarco, e anche Marquez infila il francese seguendo a ruota la Ducati. Valentino Rossi è l’unico che prova a tenere il passo dei due piloti di testa, letteralmente indiavolati.

Dovizioso subisce un attacco all’ultima curva dell’ultimo giro, ma incrociando le traiettorie e involandosi verso il traguardo a tutto gas riesce a vincere la prima gara dell’anno. Al terzo posto un ottimo Valentino Rossi, che ha festeggiato al meglio il suo rinnovo biennale in sella alla Yamaha. Ai piedi del podio un combattivo Cal Crutchlow su Honda, mentre è quinto Danilo Petrucci su Ducati del team Pramac. Sesto posto per Maverick Vinales, autore di un recupero prodigioso, iniziato a partire da metà gara. Settima la Honda di Daniel Pedrosa che ha preceduto sotto alla bandiera scacchi un Zarco letteralmente crollato nelle tornate conclusive. Nona posizione per la Suzuki di Andrea Iannone, mentre Jack Miller chiude la top ten. Ottimo l’esordio di Franco Morbidelli, dodicesimo e miglior rookie di giornata. Prossimo appuntamento in Argentina, sul tracciato di Termas de Rio Hondo.

Altri contenuti