Ferrari SF71H: la nuova monoposto è pronta per vincere?

Ecco le differenze tecniche della nuova SF71H rispetto alla monoposto del 2017.

La Ferrari non vince un campionato del mondo di Formula 1 ormai dal lontano 2007. Anche quest’anno, quindi, a poche settimane dall’inizio della nuova stagione le aspettative dei tifosi sono altissime. Oltre che sulla collaudata coppia di piloti Vettel-Raikkonen, in questa stagione le speranze di strappare il titolo iridato alla Mercedes vengono riposte sulla nuova monoposto, la SF71H.

La nuova vettura non si presenta come una rivoluzione, ma piuttosto come una evoluzione del progetto del 2017. Una strategia condivisa anche dalla principale concorrente, la Mercedes W09, la quale appare ancora più conservativa. Per la Rossa i cambiamenti maggiori si notano a livello aerodinamico, con l’adozione di una serie di soluzioni studiate per rendere la monoposto più efficiente dal punto di vista della penetrazione aerodinamica e quindi più veloce alle alte velocità.

Il passo della nuova Ferrari è stato leggermente allungato, grazie ad una differente posizione dei bracci delle sospensioni anteriori, che risultano inclinati in avanti. L’ala anteriore viene sostenuta da due elementi di dimensioni maggiori e di forma allungata, che contribuiscono ad indirizzare meglio i flussi di aria.

Un’altra soluzione aerodinamica – che dimostra l’attento studio in galleria del vento – riguarda gli specchietti retrovisori ed è assolutamente inedita. I gusci degli specchi non sono pieni ma presentano una feritoia con all’interno un profilo alare. Trasformare un componente necessario, che tra l’altro crea turbolenze, in un elemento capace di conferire un vantaggio aerodinamico è qualcosa che non si era mai visto prima.

Diverse anche le bocche dei radiatori, che pur mantenendo una forma molto alta, sono state ridotte nelle dimensioni rispetto alla monoposto precedente e presentano una forma più regolare. Infine, sulla SF71H sono stati ridisegnati i deviatori laterali ed è stata eliminata la pinna sul cofano motore, come prevede il regolamento. Imposto dalle nuove regole anche l’Halo, la nuova – e contestatissima – struttura di protezione per la testa dei piloti, che forse è proprio ciò che si nota di più rispetto alla monoposto dell’anno scorso.

Ferrari SF71H: le immagini ufficiali della nuova monoposto di F1 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.