Formula 1: presentata l’Alfa Romeo Sauber C37

La livrea rimane quella vista a dicembre, ma non mancano soluzioni aerodinamiche intriganti e tanti accorgimenti per ben figurare in gara.

Ci siamo, finalmente sono state diffuse online le immagini dell’Alfa Romeo Sauber C37, la monoposto che segna il ritorno in grande stile del marchio del Biscione in Formula 1. D’accordo, il brand si era già visto sulla Ferrari, ma un team che ha il nome Alfa Romeo nella sua sigla fa tutto un altro effetto!

Grazie alla collaborazione con Sauber è nata una monoposto intrigante, che può fregiarsi della power unit Ferrari 2018, e di soluzioni aerodinamiche che non hanno nulla da invidiare alle vetture più importanti.

Infatti, ci sono delle appendici aerodinamiche sulle prese d’aria laterali in stile Red Bull, delle sospensioni anteriori con attacchi superiori simili a quelli visti sulla Mercedes dello scorso anno e poi le aperture sul musetto e le tormentate feritoie per l’air box sopra la testa del pilota. Non manca il sistema di protezione Halo tanto discusso ed una pinna ridotta nella zona superiore del motore come vuole il regolamento.

La colorazione è quella bianco-rossa che era stata anticipata a dicembre con cui l’auto sarà riconoscibile al primo colpo d’occhio nello schieramento di partenza e nelle diverse fasi delle gare.

Tutti si chiedono dove potrà arrivare questa Alfa Romeo Sauber C37 e anche noi siamo molto curiosi di vederla in azione. Quello che è certo è che accanto ad Ericsson, pilota d’esperienza, ci sarà uno dei maggiori talenti in circolazione, Leclerc, il quale farà di tutto per mettersi in mostra ed ambire alle posizioni che contano e, se tutto funzionerà per il meglio, potrebbe farci vedere anche delle gare interessanti.

Quindi, non rimane che osservare come andrà in pista nei primi test e poi in gara non appena ripartirà la stagione 2018; ma una cosa è certa: in questo mondiale ci sarà anche l’Alfa Romeo e questo è già un evento storico!

Alfa Romeo Sauber C37 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Alfa Romeo: 110 anni di storia

Altri contenuti